Pubblicato il 01/05/20 da La Redazione

Pathfinder 2 – La seconda edizione

Spade e Magia 2.0
Editore: /
Autore: /
Numero di giocatori: /
Tempo di gioco: /
Età suggerita: /

Pathfinder 2 – Benvenuti a Golarion: Setting e Lore

Pathfinder 1ᵃ Edizione si è chiusa nell’agosto 2019, con l’ultimo Adventure Path che vedeva i personaggi confrontarsi con il Tiranno Sussurrante Tar-Baphon, famoso per essere una figura ricorrente all’interno dell’ambientazione: un lich sconfitto la prima volta dal Dio Aroden e in seguito tornato in vita per vendicarsi del suddetto, senza possibilità di successo.

Aroden si era infatti allontanato dal piano materiale e aveva promesso di tornare in futuro su Golarion per portare una nuova era di meraviglie e prosperità, chiamata “Age of Glory”. Purtroppo, però, qualcosa andò storto. Tutto ciò che era stato predetto cambiò improvvisamente, generando conflitti e calamità naturali che sconquassarono tutto il pianeta, e i chierici della divinità si ritrovarono senza una connessione con essa esattamente alla vigilia del profetizzato ritorno. Un chiaro segno che convinse tutti della tragedia: Aroden era morto.

Situazioni interessanti

La presunta “Age of Glory” non si manifestò mai, lasciando spazio alla “Age of Lost Omens“, l’Era dei Presagi Perduti, che dà il nome all’ambientazione ufficiale del gioco.

Parlare di tutto sarebbe impossibile in poche righe: oltre quanto scritto dai designer del gioco ci sono gli Adventure Path, campagne pubblicate in sei moduli, a cadenza mensile, che sono giocabili dai giocatori e contribuiscono a portare avanti gli eventi. All’interno dei manuali di ambientazione infatti, non sarà raro leggere, in merito alla storia recente, “un gruppo di eroi ha risolto la questione…”, alludendo alle campagne che non hanno protagonisti personaggi noti, ma quelli dei giocatori. Un utile espediente che può essere utilizzato dai master per ricollegarsi alle avventure passate, qualora siano state affrontate dallo stesso gruppo di gioco.

Pathfinder 2ᵃ Edizione riprende quindi da dove ci eravamo lasciati con la prima edizione, supponendo che tutte le campagne pubblicate siano finite a favore dei giocatori, con l’eccezione di Kingmaker che verrà riproposta in seconda edizione. Confrontando le mappe del Mare Interno delle due edizioni, si notano già ad una prima occhiata profonde differenze: nuovi territori, zone completamente cambiate e calamità che hanno segnato in modo indelebile il pianeta vengono mostrate sulla nuova mappa.

Manuali di ambientazione di Pathfinder 2, Lost omens
Doveva già esserci “Gods & Magic” tra questi, ma qualcosa è andato storto

Ad ogni modo, esattamente come avvenuto per Starfinder, il manuale base contiene una parte completamente dedicata all’ambientazione e alle varie regioni suddivise in vaste aree, per dare un’infarinatura a chi è nuovo del gioco. L’uscita di ulteriori manuali dedicati alla “Age of Lost Omens” fornirà nuove opzioni meccaniche e un approfondimento della narrativa più specifica.

La Redazione - Biografia

Avatar
Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.

Commenta questo articolo!