Pubblicato il 24/05/19 da Sara Porello

Secret Hitler

Trova il baffetto!
Numero di giocatori: /
Tempo di gioco: /
Età suggerita: /

Introduzione – Piccola gemma sottovalutata 

È uno dei giochi più sottovalutati e meno riconosciuti in cui mi sia imbattuta di recente. Secret Hitler, uscito nel 2016 per GoatWolf, & Cabbage, è un gioco da tavolo creato da Max Temkin, Mike Boxleiter e Tommy Maranges, con la veste grafica realizzata da Mackenzie Schubert. Si tratta di un Mafia-like da 5 a 10 giocatori, con elementi da party game e aspetti tipici dei giochi di bluff. Lo sfondo del gioco, ossia la Repubblica di Weimar nella quale Hitler deve raggiungere il potere, mentre i liberali tentano di fermarlo, può far storcere il naso a qualsiasi persona abbastanza stupida da fermarsi alle apparenze. “È inappropriato”, si potrebbe obiettare. “Il nazismo non è un gioco!”. “Non è divertente ironizzare su questa tragedia”. Secret Hitler non ha nulla a che fare con tutto questo. Ma se siete abbastanza maturi, vedrete che non sarà un problema riunire attorno allo stesso tavolo tedeschi e polacchi, italiani e inglesi… proprio come abbiamo fatto noi. E ci siamo divertiti un sacco! 

Pronti a fare la Storia…?

Meccaniche di gioco – Scoprite il baffetto traditore

All’inizio di Secret Hitler i giocatori vengono casualmente (e segretamente) assegnati a una delle due squadre, il Partito liberale o i Nazisti (che nella versione inglese sono inspiegabilmente chiamati Fascistsfascisti)… indovinate a quale squadra appartiene Hitler. Le due squadre naturalmente hanno obiettivi e condizioni di vittoria diversi. Lo scopo del Partito liberale è quello di far approvare 5 decreti liberali, oppure di uccidere Hitler… ok, non suona molto liberale, quindi diciamo “giustiziare Hitler per alto tradimento”. Lo scopo dei Nazisti è di far approvare 6 leggi naziste oppure, da un certo punto in avanti, far eleggere Hitler Cancelliere.  

All’inizio del gioco i Nazisti conoscono le reciproche identità, mentre i Liberali non sanno chi fa parte della propria squadra. Durante il corso del gioco la squadra bruna dovrà fare in modo di raggiungere i propri scopi senza farsi scoprire, mentre i sostenitori della democrazia dovranno capire chi sono i traditori nazisti e impedire loro di arrivare al governo, in una distopia che sarebbe stata probabilmente migliore della Storia che tutti conosciamo. 

In ogni turno un giocatore (in senso orario) sarà il Presidente, e dovrà nominare un Cancelliere. Tutti i giocatori votano dunque a favore (Ja) o contro (Nein) il “governo” per vedere se questo entrerà in carica. Se si riesce a formare l’esecutivo, il Presidente pescherà dalla pila 3 carte Decreto (liberale o nazista) a caso, e ne scarterà una; passerà poi le 2 carte rimanenti al Cancelliere, che dovrà a sua volta scartarne una e attuare l’altra, segnando quindi un “punto” a favore dei Liberali o dei Nazisti. E poi inizia il bello. Dopo questa fase, infatti, i giocatori potranno discutere sul turno appena trascorso e provare a capire chi è chi, in un crescendo reciproco di sospetti, accuse, arringhe e, come nei migliori giochi, amicizie decennali che finiscono nella vita vera! Ora immaginate il vostro fedele e leale migliore amico che vi urla “Fascista! Fascista!”. Casapound, spostati proprio!

Baffoman.

Materiali – Tante opzioni per giocare  

La veste grafica di Secret Hitler è accattivante e la qualità dei materiali è straordinaria. Vi segnalo a questo punto diverse opzioni se volete provare questo gioco, tutte disponibili sul sito ufficiale. A costo (quasi) zero, potete scaricare il regolamento e i materiali per giocare direttamente dal sito. Oppure potete acquistare la versione standard o quella con una pregiata scatola in legno. Infine, una geniale strizzata d’occhio alla situazione politica attuale vi permetterà di avere l’edizione Trump, in cui la carta di Hitler è appunto sostituita da una raffigurante l’attuale, platinatissimo Presidente americano, e quelle dei membri del Partito nazista sono rappresentate da alcuni esponenti della sua amministrazione. Una chicca per collezionisti! Purtroppo, né la custom americana  l’edizione premium sono attualmente disponibili sul sito ufficiale.

Al momento non esiste una versione italiana del gioco, ma se avete un minimo di familiarità con l’inglese non avrete problemi a comprendere il semplicissimo regolamento. 

I materiali sono di ottima qualità.

Conclusioni – Da provare a tutti i costi

Riprendo il concetto già espresso all’inizio di questa recensione: Secret Hitler è un gioco da tavolo ingiustamente sottovalutato e molto meno famoso e riconosciuto di quel che merita. È perfetto per quelle occasioni in cui ci sono tanti giocatori riuniti attorno al tavolo e poco tempo per leggere il regolamento di un gioco nuovo e giocare: la semplicità del regolamento e la breve durata di una partita (sempre che le vostre discussioni su chi sia il traditore dal baffetto impomatato non si prolunghino troppo!) faranno sì che il gioco venga apprezzato da tutti. 

Dategli una possibilità, vi garantisco che non ve ne pentirete!

Perché sì:
Perché no:
  • Divertentissimo con tanti giocatori
  • Regole semplici ed efficaci

 

  • Sito ufficiale poco fornito

baffetto

discussioni nel governo

Sara Porello - Biografia

Sara Porello
Fin dalla più tenera età è affascinata dall’universo nerd, ma per anni ne resta ai margini. E poi… Le cattive compagnie finiscono per trascinarla completamente dentro. Giocatrice da tavolo, di ruolo, di videogames. Se si può giocare, lei lo gioca. Appassionata di cinema e serie TV, di manga e anime. Adora il Giappone, adora oggetti e animali kawaii. Adora, sopra ogni cosa, i coniglietti.