Pubblicato il 23/03/22 da Barbarossa

Gran Turismo 7 – Recensione

Lode all'automotive
Developer: /
Piattaforma: , /
Genere: /
PEGI:

Gran Turismo 7 – Per amore dell’automobilismo

Era il 17 ottobre del 2017 quando terminavo la recensione di Gran Turismo Sport. Rimasi estremamente colpito dalla passione, dal cuore di Polyphony Digital e di come fossero riusciti a far trasudare il loro amore verso il mondo dell’automotive a 360°. È proprio dall’amore dell’automobilismo e di tutto quello che rappresenta che pare nascere Gran Turismo 7, l’ultima iterazione di quello che noi tutti conosciamo come The Real Driving Simulator.

Di solito è difficile riuscire a migliorarsi quando il titolo precedente sembra aver raggiunto i picchi tecnologici e grafici della console su cui viene lanciato, ma Gran Turismo 7 ha la fortuna di uscire anche per Playstation 5: è sicuramente questo uno dei motivi per cui riesce a superare il suo predecessore in tanti aspetti, rimanendo però ancorato al passato per tanti altri.

L’Honda Civic Type R a disposizione dei possessori della Anniversary Edition

Gameplay e comparto tecnico – Luci ed ombre

Gran Turismo 7 fa il primo passo avanti in termini di accessibilità. A parer mio, infatti, il gioco è di sicuro il più accessibile della serie, partendo dalla prima grande novità: il Cafè. Questo Cafè, che si trova al centro della mappa hub e che ci permetterà di scoprire tutte le varie funzionalità del titolo mentre progrediamo in maniera graduale e costante, funge da dosatore di attività. Luca, il proprietario, ci offrirà infatti missioni di vario tipo che ci daranno la possibilità di saggiare tutti i contenuti di Gran Turismo 7 con un ritmo e una velocità molto cadenzati, permettendoci di spaziare tra gare per vincere auto, sino a veri e propri mini-campionati.

Le patenti, come da tradizione, sono un altro caposaldo della formazione offertaci dal gioco: molte informazioni dosate con sufficiente sapienza per essere sfidanti e istruttive allo stesso tempo. Non tutto è disponibile da subito, però: funzionalità come le gare online, l’editor di livree e l’elaborazione verranno abilitate in seguito all’avanzamento delle missioni del Cafè, rendendo godibili i contenuti.

Dal punto di vista tecnico, Gran Turismo 7 è una perla rara: i modelli riproducono i veicoli con una precisione maniacale, permettendoci di esplorarli centimetro dopo centimetro, con un lavoro di shader incredibilmente realistici. Come sempre, Polyphony Digital è riuscita a sfruttare l’illuminazione al massimo delle sue potenzialità in tutti gli aspetti del gioco, dallo showroom ai singoli tracciati. Nonostante il parco auto non sia incredibilmente aggiornato, con la maggior parte dei veicoli che arrivano fino al 2017 e non oltre, 400 auto con cui partire non sono decisamente poche. Tutta questa bellezza si amplifica ancor di più abilitando il Ray Tracing durante i replay: i dettagli e i giochi di luce vengono incredibilmente migliorati, offrendoci una chicca per gli occhi davvero notevole.

Torna la modalità Scapes: questa volta con il Ray Tracing!

Parlando del gameplay, invece, Gran Turismo 7 rimane nell’Olimpo. Ogni macchina suona e si guida in maniera molto diversa dall’altra, ogni veicolo ha le sue peculiarità, i suoi punti di forza e punti deboli, non importa l’anno di produzione, i cavalli o la trazione. Ogni singola macchina rappresenta una piccola poesia in favore del mondo dell’automotive, composta per i giocatori che condividono la stessa passione.

Continuando a parlare del gameplay, il controller Dual Sense di Playstation 5 riesce a far compiere a Gran Turismo 7 un grandissimo passo avanti: la resistenza dei grilletti e il feedback aptico riescono a rendere estremamente godibile e appagante l’esperienza. I cordoli, o anche solo i punti di giuntura dei ponti si riescono a sentire sotto le dita mentre si sfreccia veloci su uno dei 34 tracciati a disposizione.

Gran Turismo 7, però, è un gioco di luci ed ombre: se da un lato la luce è rappresentata dal suo comparto tecnico, le sue ombre sono costituite da alcune scelte di design veramente discutibili. Un esempio lampante è la partenza lanciata che rimane esattamente come quella di Gran Turismo Sport, con le macchine incolonnate e non su due file, elemento che porta a dei divari incredibili tra noi e il primo guidatore, rendendo tutto più complesso da affrontare, anche in forza della presenza di Sophy, la nuova AI neurale made in Polyphony Digital. Nonostante questa tecnologia non sia una novità (basti pensare agli italiani Milestone e la loro A.N.N.A.), di sicuro Sophy non è un’AI con cui sia facile avere a che fare o che ci darà vita facile.

Il secondo aspetto discutibile è, senza dubbio, la gestione delle microtransazioni. In Gran Turismo 7, infatti, è possibile comprare la valuta di gioco usando i soldi reali e fin qui, direte voi, nulla di strano. La differenza è che se prima era possibile acquistare le singole macchine ora invece è possibile solo acquistare i soldi. Non ve lo starò nemmeno a dire (o quasi): i tagli di acquisto sono molto particolari e vi spingeranno ad acquistare una somma di crediti sempre ben superiore a quella di cui avrete veramente bisogno.

Gran Turismo 7 – A tavoletta!

In definitiva, Gran Turismo 7 rappresenta il lavoro migliore da parte di Polyphony Digital ed è, giustamente, il miglior Gran Turismo mai sviluppato. Grazie alla sua accessibilità migliorata e le modalità online forti e strutturate come quelle del suo predecessore, Gran Turismo 7 promette di offrire tantissime ore di gioco non solo agli appassionati del genere, ma anche a chiunque volesse provare ad apprezzare il mondo dei giochi racing e dell’automotive. Finalmente è ritornata l’ora di andare a tavoletta!

See you, Game Cowboys!

  • Tecnicamente ineccepibile
  • Grande accessibilità
  • Guidabilità al top

 

  • Microtransazioni dubbie
  • Scelte di design datate

Barbarossa - Biografia

Game designer, ha un pallino per il gaming in tutte le sue forme: analogica e digitale. Non volendosi permettere di prediligere una tipologia sull'altra, accumula board games sugli scaffali di casa e video games negli hard disk.