Pubblicato il 11/01/21 da Jacopo Ambaglio

Captain Tsubasa Rise of New Champions Guida Farming New Hero

Cosa effettivamente fare durante le partite

Captain Tsubasa Rise of New Champions Guida New Hero

Farmare i new hero su Captain Tsubasa Rise of New Champions può essere più o meno noioso a seconda della posizione del giocatore che state creando, questo perché dovete vivere la cosa in modo molto diverso da quando vi fate una modalità viaggio “for fun”.
Cominciamo con il dare una visione generale del contesto di gioco.

Come al solito, vi ricordo che i giocatori che vedrete negli esempi li ho farmati senza usare oggetti rari se non nelle due partite da un tempo solo.

Captain Tsubasa Rise of New Champions consigli generali

  • I principianti: Purtroppo non vi conviene cominciare subito una run per creare un New Hero vero e proprio buttandoci sopra oggetti rari (come i taccuini dei gradi, i palloni d’oro e gli oggetti plus del negozio monete capitano), vi tocca farvi un bel po’ di run per farmare punti, comprare i pacchetti e alzare i livelli di tutte le carte (comprate sempre gli all stars da 4000).
    Date sempre un occhio alle sfide che danno monete e create i new hero in funzione di quelle. La sfida che può sembrare più complicata all’inizio è quella di creare dei new hero sopra il 150, ma fidatevi, basta gestire le amicizie per riempire al meglio tutti gli slot abilità del giocatore per arrivarci facilmente.

Nel caso, prima di registrare il giocatore a fine run, sbattetegli addosso tutte le abilità attive e passive più costose che avete per alzargli il grado a manetta.
Questo fattore è importante: un giocatore da 190 fatto male è più scarso di uno a 170 fatto bene, ci sono abilità costosissime che a seconda della build sono molto meno utili di altre molto meno costose.

  1. Qui potete trovare le guide alle amicizie per ogni posizione da coprire: Attaccante tecnico. Attaccante potenza, Centrocampista flashatore (PRE PATCH, attenzione) e difensore.
  2. Vi ricordo sempre che nel farming del passaggio un assist molla molti più punti di un passaggio caricato fine a se stesso, quindi rimettete i video della storia se li avete tolti e segnatevi i free goal dovuti a quelli (come ad esempio il gol scriptato di Matsuyama contro il Senegal) e assicuratevi di passargli la palla con il vostro new hero. Free assist.
  3. Quando avete preso confidenza con Captain Tsubasa Rise of New Champions, cominciate a fare qualche run senza oggetti seguendo comunque i passaggi di questa guida. Sarà noioso e imprecherete come quando sbattete il mignolo di notte sul comodino, ma ci sono azioni che dovranno diventare meccaniche.
  • Gli esperti: Avete già platinato Captain Tsubasa Rise of New Champions e siete in grado di portarvi a casa SSS come piovesse? Molto bene, se lo fate senza annoiarvi troppo forse questa non è la guida che fa per voi e potete passare direttamente a quelle per posizione per farvi un’idea sulle amicizie (anche post patch quella riguardante l’attaccante potenza funziona benissimo). Se volete farmare ancora un po’ e siete incastrati nella noia andate pure avanti a leggere, che un ripassino non può farvi che bene!
    A proposito di noia: se non sentite il bisogno dei free goal togliete pure i filmati dal gioco.
    Se vi sentite pronti con il pad alla mano, ma siete meno confidenti nel numero di oggetti, farmatevi una marea di attaccanti potenza con la furano che è il metodo più veloce per finire una run.

La prima partita e l’amichevole contro la Germania

Non abbiate paura di usare il taccuino che aumenta di un grado tutti i parametri in queste 2 partite o la tripla S ve la scordate. Dovete essere PERFETTI, cosa che contro la Germania si rivelerà essere un incubo

Il gioco che ammattisce e i quit

Italia, Francia e la finale.
Queste 3 partite saranno il vostro nemico principale, non tanto per una sconfitta, ma quanto per il tempo che vi faranno perdere in certe run. Non abbiate paura di spegnere la console o fare un alt+F4 se le cose stanno girando male, vedrete che dopo un paio di partite pazze si tornerà alla normalità.

La guida per ogni ruolo di Captain Tsubasa Rise of New Champions

Vediamo nel dettaglio la routine di farming per ogni ruolo.
Prima di tutto, e questo vale per ogni new hero che create, fermatevi intorno al 95 della statistica principale del vostro giocatore.
Se portate a mano la statistica al 99 prima della registrazione vi perderete un sacco di esperienza che la farebbe crescere in modo naturale. Dovreste tranquillamente arrivare intorno al 95 a circa 6 partite dalla finale, permettendovi di avere più di 1200 punti stats da inserire durante la registrazione finale del new hero, in modo da chiudere facilmente la statistica principale e portare sopra il 90 la secondaria. Tutto questo usando al massimo la casacca comune che vi molla qualche punto in più al termine delle partite, figuratevi in una run full oggetti.

In questa guida non vi farò la lista delle amicizie, ma vi consiglierò quelle utili a vincere facilmente le partite. Se vi servono le amicizie trovate i link poco più sopra.

Attaccante di potenza

captain tsubasa rise of new champions attaccante di potenza-min

L’attaccante di potenza, in Captain Tsubasa Rise of New Champions, è sicuramente il new hero più facile e meno noioso da farmare.
Al di là di come lo vogliate costruire, 2 amicizie sono fondamentali per facilitare al massimo il lavoro nella prima parte: Hyuga e Oda.
Solo con questi 2 vi portate a casa il primo tiro al volo, il tiro della tigre e il non c’è due senza tre, che vi permettono di finire facilmente il primo tempo delle partite già con tiro SSS.

Scuola e farming routine

La scuola non c’è neanche da pensarci: Furano. La Furano ha un compito grande successo talmente facile che non ci dovete stare neanche a pensare e l’urlo amicizia più utile del gioco.

Primo tempo (o fino a Tiro SSS)

  1. Inizio della partita, formazione, mettetevi attaccante centrale e piazzate Oda su una delle due fasce. Settate la tattica “contropiede del cavaliere solitario” e selezionateci Matsuyama.
  2. Calcio d’inizio, ridatevi subito la palla e passate TUTTO il primo tempo a correre dritto dribblando tutti e tirare in porta.
  3. Tirate sempre ai lati del portiere e SPAMMATE LA LEVETTA DESTRA PER SELEZIONARVI SUBITO. Cercate immediatamente di correre verso dove la respinge, ma NON PRENDETE palla.
  4. Aspettate un avversario e nel momento in cui la tocca contrastatelo tenendo premuto R1/RB + A/X (il contrasto in piedi, per intenderci)
  5. In questo modo alzerete anche contrasto che alza, tra l’altro, la potenza oltre che la difesa.
  6. Non tirate mai centrale senza avere prima un tiro al volo o perderete un sacco di tempo
  7. Se il portiere vi blocca il tiro correte subito indietro verso MAtsuyama e cercate di intercettare voi il passaggio.
  8. Non dovete preoccuparvi di fare altro: prendete palla, correte dritto dribblando e tirate finchè il tiro non va a SSS, dalla prima partita fino all’ultima della run

Secondo tempo (comunque dopo tiro SSS)

Come avrete sicuramente intuito il secondo tempo è dedicato interamente al passaggio. Inizialmente mi spostavo sulla fascia mettendo Oda attaccante centrale, ma ho notato che questa tattica più che facilitarvi vi rende le cose più difficoltose: rimanendo attaccante centrale e spostandovi sulla fascia opposta a Oda rischiate molto meno che il passaggio caricato finisca al terzo attaccante, ma soprattutto c’è caso che finisca sui piedi di Matsuyama, che sarebbe il top.

  1. Prendete palla e correte sulla fascia opposta a quella in cui avete messo Oda (destra o sinistra è indifferente, come siete più comodi)
  2. Dribblate un paio di giocatori e buttatela in mezzo con un passaggio caricato (tenetevi il primo passaggio se non avete scelto Tsubasa come amicizia, il passaggio della tigre non va bene per questa cosa, finisce troppe volte in fondo, il guidato di Tsubasa invece è ottimo)
  3. Tenete premuto il tasto del tiro solo DOPO che il passaggio caricato è partito, o non verrà triggerato il super tiro diretto di chi riceve la palla.
  4. Continuate così fino a passaggio SSS

Dopo passaggio SSS

Sostanzialmente, se la partita non ammattisce e gli avversari diventano dei mostri implacabili a caso e all’improvviso (molte volte con Italia, Francia e Germania/Brasile/USA succede) dovreste addirittura aver raggiunto SSS in tiro, passaggi e dribbling prima della fine della partita.
Nel caso prendete ed equipaggiate subito attaccante collaborativo se vi spunta delle scelte dell’indicatore genio.
Se avete finito queste 3 statistiche, la priorità va al contrasto e qui parte un giochino che è un po’ una finezza.

  1. Prendete palla e andate in fascia cercando di distanziare il più possibile i vostri compagni
  2. Passatela rasoterra al vuoto cercando di puntare con la levetta l’esterno del campo, vi uscirà un passaggio sbagliato a un metro scarso da voi.
  3. Aspettate che un avversario la recuperi e corretegli incontro immediatamente come un treno.
  4. Se riuscite a trovare la tempistica giusta non riuscirà neanche a reagire. Continuate così fino alla fine della partita

Cercare di fare contrasti almeno a S è molto importante per portarsi via il tackle di Shneider, ottimo per l’attaccante perché rimarrete fermi sul posto dopo averlo fatto quindi risulta facilmente utilizzabile anche sulla linea di fondo senza regalare una rimessa.

Consigli sui mondiali

Ricordatevi che se avete le carte a livello alto, molte volte la missione per il super tiro si triggera senza aver bisogno dell’amicizia S.
Questo comporta che se durante la partita contro la Germania e quella successiva vi spunta Rusciano selezionate la sua linea senza timore perché con il suo V2 a disposizione già dalla terza partita c’è caso di oneshot su ogni portiere.

Con la Furano non avete bisogno della passiva che trasforma i successi in grandi successi, scegliete SOLO le passive utili al farming: abilità dimostrate, legami saldi, attaccante collaborativo eccetera. Lasciate perdere qualsiasi altra passiva che vi sembra forte, concentratevi solo su quelle che vi danno punti amicizia e statistiche in più.
L’unica utility da mettere e lasciare sul giocatore appena la imparate è il giovane asso (quella che aumenta la potenza per ogni dribbling).

Centrocampista

captain tsubasa rise of new champions farming copertina-min

Anche se con l’ultima patch il meta è cambiato (ne parleremo in una prossima guida), Ryan rimane comunque un’ottima amicizia.
Ora però rimaniamo concentrati sulle farming routine.

Scuola e farming routine

Nonostante la Otomo sia assolutamente la scuola migliore per alzare il voto principale (il passaggio) grazie all’ottimo tiro diretto di Nitta, e il suo urlo non sia affatto male, la Furano resta comunque la scelta migliore, cioè quella che vi permette di dimenticarvi della missione.
Il vostro farm dovrà seguire esattamente l’opposto di quello che facevate da attaccante.

Finchè non sarete pieni di passive da farming donatevi dalle missioni genio, riempite tutto con qualsiasi cosa aiuti il ricevente del vostro passaggio a segnare il prima possibile: spirito ereditato, maestro dei cross, tutto quello che vedete che aumenti la potenza del tiro diretto dei vostri compagni.

Primo tempo (o fino a passaggio SSS)

  1. Matsuyama vi toglierà il ruolo di sostegno delle punte, ma non è un problema. All’inizio delle partite impostate comunque il contropiede del cavaliere solitario selezionandolo e piazzatevi dietro di lui.
  2. Palla indietro a voi, un paio di dribbling, passaggio caricato (possibilmente a Matsuyama) e tiro diretto

Inizialmente può sembrare più complicato del classico dribblare fino alla Vzone e poi spammare caricati, ma in questo modo, oltre a non volervi togliere la vita dalla noia, riuscirete a non preoccuparvi di segnare dopo, perché prima o poi Oda e Matsuyama un paio ne mettono.

Secondo tempo (o dopo passaggio SSS)

Il secondo tempo da centrocampista corrisponde al primo tempo da attaccante. Prendete palla, correte dritti, tirate.
Non vi preoccupate del tiro tecnico, se state seguendo la costruzione di un giocatore standard starete già portando su sia Hyuga che Tsubasa, andate comunque di tiro della tigre appena disponibile, resta il migliore.

Consigli mondiali

Subito amicizia con Levin. Al di là della “build” del vostro personaggio vivrete per tutta la run (felicemente) con il V2 di Levin. Appena lo prendete incollatelo al vostro personaggio.
Il V2 di Levin sparato da dentro l’area flasha tranquillamente persino i portieri delle finali dopo qualche tentativo.
Inoltre attenzione: appena avete il force pass mettetelo, triggera i tiri diretti V2, ottimo per puntare Hyuga e fargli spammare Nuovi tiri della tigre su vostri assist.
Da centrocampista vi consiglio inoltre di riattivare i video della storia, lo so che è palloso, ma se siete voi a passare la palla al compagno che triggera il free goal di una sezione di storia, vi beccate l’assist (passaggio a Hyuga quando impara il nuovo tiro della tigre contro l’italia, o a Matsuyama nel secondo tempo contro il Seneghal e via dicendo).

Ultimo consiglio al volo per entrambi i ruoli che potrebbe risultare quasi comico: solitamente si arriva in finale cercando di imparare il doppio tiro di Hyuga e Tsubasa che richiede, come missioni, di farsi parare 3 tiri.
State attenti la prima volta che fate una run arrivando in finale con valori così alti perché rischiate di bucare il portiere al primo tiro, piuttosto “sprecate” 3 tiri con Hyuga o usate i V1 da fuori area.

 

Difensore

Farmare un difensore è noioso, ma non è così difficile.
La routine non differisce così tanto dal centrocampista, ma parecchie volte sarete costretti a far rubare palla a un vostro compagno per essere sicuri di portare a SSS i tackle.
Non sbattete la testa su blocchi e intercetti: la possibilità di eseguirli dipende da come sta giocando la squadra avversaria, il trucco per portarsi a casa le triple S è concentrarsi unicamente sui parametri che potete gestire voi in prima persona.

Scuola e routine

Il difensore, in Captain Tsubasa Rise of New Champions, richiede un numero di amicizie abbastanza basse e, vista la peculiarità della sua missione, potrebbe essere una buona idea farsi una run con la Otomo.
La missione vi richiede di duellare con un particolare giocatore della squadra avversaria, questo va bene sia in attacco che in difesa, sia che vinciate o perdiate il contrasto. Vi consiglio comunque la passiva genio dei successi > grandi successi per non doverci perdere neanche un minuto.

  1. Il gioco vi metterà in automatico terzino. Follia, mettetevi subito difensori centrali.
  2. Contrasto, un paio di dribbling, passaggio lungo a Nitta, tiro diretto.
  3. Ai mondiali contrasto, un paio di dribbling, passaggio lungo a Nitta o Hyuga, tiro diretto.

Dovete continuare così fino agli SSS, non c’è tantissimo da dire. Imparatevi un buon tiro lungo, come il drive shot di Tsubasa al massimo e fate alzare un po’ anche il tiro, ma ovviamente le vostre main stats da alzare saranno contrasto, passaggio e dribbling, essendo le più facili.

Occhio che il blocco non triggera se non avete abbastanza stamina, approfittate dei tiri avversari mettendovi, fino alla fine della run, il blocco con il maggior range possibile, fregatevene se fallisce, un blocco fallito molla sicuramente più punti di un blocco che non triggera nemmeno.

Captain Tsubasa Rise of New Champions – Il nuovo meta

Con l’ultima patch l’analyze shot di Ortiz è stato ulteriormente nerfato. È una cosa che coglie un po’ impreparati, perché anche col nerf precedente era comunque l’opzione più forte per flashare i portieri. Personalmente sono contento perché è da un po’ che volevo provare un centrocampo finalmente basato sui passaggi, ma se farmate bene usando nei momenti giusti l’urlo di Matsuyama avrete già tutte le passive che vi servono nel vostro new hero, basta sostituirle in modifica definitiva 😉
Nella prossima guida comunque vedremo come fare un centrocampista che sfrutti pienamente i tiri potenza degli attaccanti, e magari un attaccante ad hoc da farci giocare insieme.

Se avete bisogno di ragguagli o dettagli chiedete pure qua sotto! Buon farming

Ipah - Biografia

Aspetta, faccio la presentazione standard da recensore navigato. Cresciuto coi videogiochi che quando ho cominciato io proprio levati, si giocava a Pong coi sassi. L'abilità videoludica di Faker unita al senso critico di Matt Preston.