Pubblicato il 17/08/21 da Ciro Muso Acanfora

Boomerang X

Vola come una farfalla, pungi come un'ape!
Developer: /
Publisher: /
Piattaforma: , /
Genere: , /
PEGI:

Vi mancano i giochi frenetici, divertenti, fluidi e che concentrano tutto il loro impegno sul gameplay? Beh, allora lasciate che vi parli di Boomerang X!

Uscito l’8 luglio 2021, sviluppato da DANG! e pubblicato da Devolver Digital su Steam, Epic Games Store e Switch, Boomerang X è un gioco action shooter in prima persona che ci vede alle prese con una serie di mostri, creature uniche, e un boomerang dalle molteplici funzionalità.

Spiaggiati su un’isola alquanto particolare

La nostra avventura comincia con un naufragio: durante una tempesta, la nave sulla quale si trova il nostro protagonista viene distrutta. Una volta svegli sulla costa di un’isola misteriosa ci faremo strada all’interno di una caverna e ci imbatteremo nel nostro nuovo compagno di avventure: un boomerang speciale che tornerà sempre, irrimediabilmente indietro fino alle nostre mani.

Già dai primi momenti, con un po’ di curiosità, scopriremo che gli abitanti dell’isola sono diversi da quanto potremmo aspettarci, e che qualcosa di disastroso è successo prima del nostro arrivo.

La trama di Boomerang X non è sicuramente il suo punto forte, considerando l’assenza di una storia vera e propria. Sarà però possibile, chiacchierando con gli NPC, scoprire di più sulla lore dell’isola e sugli avvenimenti che hanno portato all’invasione dei mostri che ci troveremo ad affrontare.

Vola come una farfalla, pungi come un’ape!

Se sul lato trama Boomerang X non brilla particolarmente, senza ombra di dubbio il gioco recupera molti punti grazie al suo gameplay. Il nostro fidato boomerang ci permetterà non solo di attaccare i punti deboli dei nemici, ma sarà anche il nostro mezzo di locomozione preferito: sarà infatti possibile, grazie ad uno dei vari poteri sbloccabili poco dopo l’inizio del gioco, sfruttare il boomerang per spostarsi rapidamente nei livelli; questo comprende anche la possibilità di rimanere sollevati in aria per lunghi periodi di tempo (tecnica che sarà spesso necessaria, in quanto le aree di appoggio diventeranno sempre più carenti mano a mano che si va avanti).

Fra i vari poteri troveremo la possibilità di rallentare il tempo, attacchi a breve gittata ma ad ampia area e attacchi a lunga gittata ma più ristretti come dimensioni.

Il gameplay di Boomerang X è estremamente divertente e mai noioso, ma non privo di difetti. Le zone che permetteranno di recuperare gli scudi (che hanno la funzione delle tipiche “vite”) saranno spesso rischiose da utilizzare nei momenti cruciali dei combattimenti (ovvero quando serviranno di più), in quanto sarà necessario rimanere fermi per qualche secondo. In un gioco così frenetico, però, rimanere fermi per qualche secondo equivale irrimediabilmente ad essere colpiti da un nemico, e non saranno poche le volte in cui recuperare uno scudo rischierà di costarci uno o addirittura più scudi.

Anche il boss finale, purtroppo, non è a mio parere all’altezza del resto del gameplay: area di gioco troppo stretta per le dimensioni del boss stesso, limiti della mappa poco chiari (con conseguenti innumerevoli scudi persi), missili a ricerca dalle hitbox alquanto dubbie… Insomma, se per le 3/4 ore di gameplay antecedenti al finale il gioco mi è sembrato perfettamente bilanciato, altrettanto non si può dire dell’ultimo combattimento.

Spiagge, foreste e cave di ghiaccio

Come si può intuire dal titolo di questo paragrafo, la varietà di ambientazioni è sicuramente una peculiarità di Boomerang X. Le diverse zone sono piuttosto curate, nonostante la grafica low poli; le palette cromatiche sono variegate e pertinenti a tutte le varie aree.

Sia il framerate che i caricamenti sono soddisfacenti anche su hardware PC più datati (il che è abbastanza prevedibile, considerando che il gioco gira anche su Switch).

I nemici saranno numerosi e variegati, ognuno con comportamenti, attacchi e punti deboli differenti.

Passando alla sezione audio, purtroppo il gioco è un po’ carente. Le musiche riprodotte durante le fasi di combattimento sono adeguate all’ambiente che ci circonda, con suoni cupi e lenti, ma decisamente non adatti al gameplay frenetico di Boomerang X.

Spin to win!

Credo che nell’epoca odierna sempre più giochi siano incentrati sul lato “artistico”, e cerchino di produrre un’opera completa e complessa sotto tanti punti di vista, dalla narrativa, alla musica, passando per la grafica, ma proponendo un gameplay derivativo e spesso un po’ banale.

Boomerang X invece fa esattamente il contrario: una lore giusto accennata, musiche non particolarmente ispirate e una grafica piuttosto basic. MA CHE GAMEPLAY! Fluido, divertente, rapido e mai noioso. Non senza difetti, purtroppo, ma comunque un bel giochino per passare un pomeriggio, o una mezz’oretta al giorno per qualche giorno!

  • Gameplay rapido e appagante.
  • Nemici numerosi e diversificati.
  • Diversi poteri ottenibili che rendono variegato il combattimento.

 

  • Trama poco sviluppata.
  • Bossfight finale non troppo curata.
  • Le piattaforme-scudo sono spesso una fregatura.

Muso - Biografia

Premere un bottone non deve necessariamente cambiare qualcosa a schermo. Può anche "solo" cambiare qualcosa dentro di noi.