Pubblicato il 02/05/22 da Cathoderay

Steel Assault

Brutalità in Pixel Art
Developer: /
Publisher: /
Piattaforma: , /
Genere: , /
PEGI:

Dalla sua origine su Kickstarter a gioco definitivo Steel Assault ha avuto un implementazione grafica passando dagli 8 ai 16 bit, i colori morbidi e accesi che ricordano le palette dello Snes però cedono subito il passo a quello che è l’anima di Steel Assault, ovvero un gioco decisamente vecchio stile, che non ammette mezzi termini nel gameplay, o si impara la meccanica di base come un mantra o si muore, fine.

Steel Assault 1
I filtri Crt rendono parecchio

Molti dei giochi usciti negli ultimi anni con un anima decisamente retrò hanno un approccio più “morbido” passatemi il termine, nei confronti del giocatore, Steel Assault invece non è morbido per nulla, è brutale nella sua semplicità, diviso tra una campagna con sparute sequenze di storia ( che è quasi una scusante) e una modalità Arcade che richiede di aver memorizzato ogni pattern come se ne dipendesse la nostra vita, pena una morte veloce, inesorabile, brutale.

Avete detto Elden Ring? No, qui è peggio, ma anche meglio, perché la brutalità del gioco è istantanea e voluta e non è una conseguenza di altre meccaniche, Steel Assault cita di continuo giochi come Megaman, Bionic Commando e Ninja Gaiden, lo fa mettendoci alla guida di un eroe potenziato Cyberneticamente che tra le sue attrezzature ha un cavo d’acciaio che può essere lanciato in qualunque direzione e usato come Zipline, a patto di avere due estremità portanti; lo fa facendoci colpire compulsivamente contro ogni nemico dal respawn rabbioso e incessante, ce lo ricorda con ogni salto millimetrico pena la morte, Steel Assault ha un anima d’acciaio che non perdona gli errori del giocatore, ma che lo premia facendogli finire il gioco in un ora di orologio, una speedrun forzata verso la perfezione.

Steel Assault 2
uno dei rari momenti di pace

 

Tirando le somme Steel Assault ricorda da vicino tanti giochi che ho adorato e adoro tutt’ora perché pretendono la totale abnegazione del giocatore nei suoi confronti, lo fa con uno stile grafico da primo della classe e delle musiche martellanti che rimangono piantate nelle sinapsi per giorni, fino alla sua fine, o a una run particolarmente riuscita della modalità Arcade, quella che vi farà dire “ok ora basta” e poi vi riporterà a lanciare rampini come pazzi in cerca di un record ancora più alto.

steel assault 3
Uno dei boss particolarmente fastidiosi

Se cercate una sfida interessante a un prezzo budget Steel Assault fa per voi, se volete rilassarvi invece guardata da un altra parte, è un consiglio da amico…a meno che non vi piaccia cambiare i pad molto spesso.

  • Pixel Art splendida
  • Veloce
  • Musiche splendide

 

  • In arcade diventa punitivo
  • Potreste voler spaccare il pad

Cathoderay - Biografia

Pare che io sia l'entropia videoludica.