Tokyo Xanadu eX+ – Contro l’eclissi ancora una volta

Pubblicato il 15/01/18 da Carisma20
recensione

Tokyo Xanadu eX+ – Contro l’eclissi ancora una volta

Developer: /
Piattaforma: , /
Genere: , /
PEGI:

Se non avete mai messo mano su un titolo Nihon Falcom (linko il sito della software house giapponese, anche se vi sfido a capirci qualcosa), Tokyo Xanadu, nella sua nuova versione sprintata dalle prestazioni della Playstation 4 o PC, rappresenta un ottimo punto di inizio. Si tratta, infatti, di una versione rimasterizzata del suddetto titolo, uscito inizialmente per PSVITA nel 2015, ma giunto in occidente solo lo scorso giugno, ampliata con nuovi contenuti e dotata di una resa tecnica decisamente migliore.

Il gioco ci mette nei panni di Kou Tokisaka, studente della Morimiya Academy, che nel tempo libero svolge lavoretti nei locali della città guadagnandosi da vivere, contravvenendo in questo modo alle regole della scuola che frequenta e venendo per questo spesso ripreso dagli insegnanti (inutilmente, come vedrete). Uscito di notte da un bar, si ritrova invischiato in una serie di situazioni che lo porteranno alla conoscenza di un sub-mondo, coesistente a quello che tutti conosciamo: i mondi chiamati Eclissi, in cui i Greed, ossia i mostri che lo abitano, non si fanno troppi scrupoli ad attaccare gli umani nelle vicinanze. Con il nostro Soul Device, unica arma capace di infliggere danni a queste creature, ci ritroveremo a liberarci la strada e sigillare questi labirinti, presidiati da un Elder Greed, quello che potremmo definire come il boss finale, notevolmente più difficile da abbattere poiché richiede una buona conoscenza e preparazione dell’arsenale a nostra disposizione.

La prima cosa che ho pensato? “Ma come si veste questo?”

Durante il tempo libero, Kou sarà libero di visitare la città, avviando eventi con gli amici, per migliorare i suoi rapporti, e sfruttando i vari negozi non solo perl’acquisto di strumenti consumabili, ma anche per potenziare il proprio armamentario, fornendo nuove proprietà al suo Soul Device e a quelli dei propri alleati, per personalizzare completamente lo stile di gioco in base alle abilità così attivate. Questo perchè scopriremo presto di non essere gli unici a conoscenza delle Eclissi: esistono, infatti, altre persone che si occupano del problema, direttamente o indirettamente.

Oltre all’attività principale, saranno presenti varie attività e minigiochi, come lo skate-park o la sala giochi, dove potremo utilizzare direttamente i cabinati per ottenere qualche premio.
Al termine di ogni capitolo avremo accesso al relativo sottocapitolo della sub-story, ossia un contenuto aggiuntivo, presente in questa versione del gioco, che espande la storia e fornisce dei nuovi retroscena con cui ampliare il quadro generale.

Andare in giro per la città risulta estremamente piacevole

Per quanto riguarda il sistema di combattimento, il titolo si presenta come un action, e ogni personaggio ha un suo stile di combattimento utile a seconda delle situazioni. Attacchi a distanza, in mischia, volanti, power attack, utilizzo dei consumabili, abilità speciali e quant’altro ci aiuteranno ad abbattere i nemici in modo piuttosto vario e affine al nostro stile di gioco, inclusa la possibilità di cambiare personaggio in qualsiasi momento premendo l’apposito tasto. Ogni nemico sarà legato ad un particolare elemento, e utilizzare un personaggio con l’elemento opposto ci permetterà di infliggergli più danni e subirne meno.

Gli Elder Greed saranno impegnativi da tirare giù, e in alcuni casi dovrete riprovare più volte

A tutto questo si aggiunge la modalità boss battle, che ci permette di scegliere la configurazione del nostro team e riaffrontare i vari Elder Greed dei capitoli principali o secondari, cercando di batterli in meno tempo possibile e stabilire nuovi record. Nella sezione extra del menù principale troveremo altre modalità e funzionalità di gioco: Chara Viewer, dove far provare ai personaggi i vestiti ottenuti; Time Attack, dove fronteggiare i boss del capitolo principale in sequenza randomica nel tempo minore possibile; infine, una volta terminata la campagna principale, avremo accesso ad una serie di missioni, utili ad aumentare la longevità del titolo.

Sarà possibile cambiare anche i vestiti indossati dai protagonisti

Sul fronte tecnico il titolo non fa gridare al miracolo, ma nemmeno fa sanguinare gli occhi. Il titolo gira comunque a 60FPS fissi, senza i lag che caratterizzavano la versione per console portatile e in generale gli ambienti, elementi secondari, restituiscono un feedback piacevole con qualche piccola eccezione (alcuni cespugli o parti del fogliame sono in 2D). Alcune animazioni, come quella del salto, sono piuttosto legnose, e stridono con tutto il resto, che risulta decisamente fluido. Peccato invece per la poca varietà delle Eclissi.

Questo gioco è consigliato a tutti gli amanti dei JRPG, specie della serie Persona; se avete già giocato e gradito Tokyo Xanadu nella sua precedente incarnazione, fate un pensierino per questa nuova versione, magari quando la troverete scontata. Ovviamente il tutto è localizzato in inglese, e se masticate poco la lingua d’Albione potreste perdervi gran parte dell’esperienza, caratterizzata da dialoghi interessanti e che si lasciano facilmente seguire, al netto di personaggi un po’ stereotipati (cosa che non mi infastidisce minimamente, personalmente) e clichè visti e rivisti (questi iniziano ad essere abbastanza fastidiosi).

 


Gameplay

Sora


Animazioni

 

Perché sì:
Perché no:
  • Gameplay ottimo e vario
  • Ambientazioni e modalità di gioco aggiunte
  • Storia interessante

 

  • Alcune animazioni legnose
  • Poca varietà di labirinti Eclissi

Carisma20 - Biografia

Amante dei videogame fin dai 4 anni, amante della buona musica e de "Il signore degli anelli", concilia tutto ascoltando black metal tolkieniano mentre gioca.