Pubblicato il 20/02/20 da Jacopo Ambaglio

Monster Hunter World guida alla sopravvivenza su Iceborne – Light Bowgun

sopravvivere con la LBG

Monster Hunter World: guida alla sopravvivenza su Iceborne. Di cosa parleremo? Beh, con l’arrivo dell’espansione su PC e le relative cacce Master Rank, la curva di difficoltà si è abbastanza alzata, ma tranquilli che vi guido passo-passo al completamento di tutta la prima parte del gioco in modo quasi indolore, utilizzando l’arma che ho trovato più easy rispetto alle altre: la balestra leggera (o Light bowgun/LBG, per chi ci gioca in inglese).

Ah, premessa: questa non è una guida “professionale”, quando vi parlerò dei mostri lo farò spiegandovi come io li ho cacciati in modo facile e indolore, non come si dovrebbero fare realmente.
…Quasi sicuramente non come l’ho fatto io *coff*
Andiamo avanti.

Oh, ma anche voi avete la mia stessa impressione quando guardate uno youtuber giocare a Monster Hunter World: Iceborne?
Quella sensazione che il loro gioco è diverso dal vostro?
Lo so che state capendo quello che intendo.
Ok, andiamo avanti per davvero.

Monster Hunter World guida per iceborne alla Light Bowgun, come iniziare

Procurarsi una balestra leggera

Non avete ancora mai usato una balestra leggera, ma siete ansiosissimi di seguire questa guida e provarne una? Non c’è problema, facciamo un po’ di backtracking.

Il vostro obiettivo per finire questa build è la missione principale 7, tutte le missioni prima sono abbastanza facilotte da affrontare e ve la potete cavare con un equpaggiamento pre-espansione… sempre che sia abbastanza solido.

Cosa c’è di più buono e solido della vecchia e cara Karma?

Monster Hunter World guida armi – Karma, backtracking senza balestra

Non avete una balestra leggera, siete appena arrivati dopo una lunga pausa in attesa dell’espansione e dovete riprendere confidenza col titolo: nessunissimo problema ragazzi, approfittiamo della raccolta di un po’ di vecchi materiali per riprendere confidenza col sistema di gioco e, magari, cominciare a usare la ricarica in schivata e le nuove funzionlità del rampino.

Partiamo dall’arma. Cerchiamo qualche opzionale o, ancora meglio, qualche investigazione e andiamo giù di Odogaron.
Odogaron low e high rank come se non ci fosse un domani, fino al completamento della Karma, che vi trascinerete tranquillamente fino alla missione interessata.
Vi ricordo che toccherà farmarsi anche 2 Teostra Claw+, se già non le avete.

Volendo proprio strafare, se vi siete presi bene, cercate anche un Odogaron in Master Rank e arrivate fino alla Karma+, ma in realtà non vi conviene più di tanto, quest’arma la cambierete completamente.

Monster Hunter World guida armature – Karma build, backtracking senza balestra

  • Elmo:Dragonking Eyepatch Alpha
    2 Dragonvein Crystal – Reperibili dallo Zorah Magdaros o come reward in qualche secondaria
    6 Immortal Dragonscale – Reperibili dal Nergigante
    1 High Commendation – Reward di parecchie quest

 

  • Chest: Death Stench Muscle Alpha
    2 Sinister Cloth – Eh, non è chiarissimo, io me la sono abbastanza ritrovata addosso, ma pare da ricerche varie sui commenti di chi ha avuto problemi che i metodi sono sostanzialmente mandare il Safari sulla scia del Tobi Kadachi o mandarlo alla Rotten Vale
    1 Dragonbone Relic – Raccogliendo le Bonepiles, un po’ ovunque in High Rank, ma pare più comuni nell’ Elder’s Recess
    1 Vaal Hazak Membrane – Beh…sì…Ve la droppa Vaal Hazak
    2 Monster Broth – Ammazzate e carvate vespoid e Hornetour

 

  • Braccia: Nergigante Vembraces Alpha
    Tutti materiali del Nerigante, a parte le Firecell Stones, recuperabili facilmente nelle Elder’s Recess (depositi blu)

 

  • Pantaloni: Nergigante Coil Beta
    Sempre drop del Nergigante, a parte il Novacrystal. Prima di cercarlo nei cristalli da sminare farmatevi il Kirin per il prossimo pezzo, c’è caso che ve lo droppi

 

  • Gambali: Kirin Leg Guards Beta
    3x di Kirin Hide + ,Kirin Thundertail e Paolumu Carapace
    1 Dragonbone Relic – Raccogliendo le Bonepiles, un po’ ovunque in High Rank, ma pare più comuni nell’ Elder’s Recess

Per le gemme guardate, fate voi, io mi rendo conto che le guide per i gioielli fanno arrabbiare perché i drop sono davvero a caso. L’ideale sarebbero, nell’ordine partendo dall’arma: Trueshot, Forceshot, Tenderizer, expert, attack.

Fatto questo andate dal fabbro e alzate al massimo tutto: la difesa vi servirà o dal terzo mostro in poi verrete brutalmente shottati.

monster hunter world guida

Piccolo commento all’immagine: non avevo più la Karma perché l’ho portata fino alla Nether Salvo, ma al Nargacuga ci sono arrivato con quella, tranquilli.
Le gambe non sono quelle che ho consigliato su perché grazie a qualche colpo fortunato con i jewel non mi servivano più le Kirin.
Contante anche il fatto che questa è una build abbastanza standard per i normal shot della Karma, non mi sono inventato niente, ma se non avete mai usato una balestra leggera è un buonissimo inizio.

Verso l’equip finale

Possiamo cominciare le quest principali dell’espansione.
Le missioni fino al Nargacuga sono tutt’altro che difficili e potrete tranquillamente farvele in solo (a parte una che vedremo poi) anche perché…piccola digressione: sto scrivendo questa guida per farvi finire comodamente il gioco DA SOLI… non ho ben capito cosa sia successo nel passaggio tra gioco normale ed espansione, ma la gente sembra morire nei modi più stupidi possibili, facendovi fallire le missioni.

 

Missioni 1 e 2: Beotodus e Banbaro

I primi mostri sono nuovi, niente di che. Il Beotodus è un pescione stile Jyuratodus, ma immerso nella neve, il Banbaro è un Diablos col pelliccioto.
Sono abbastanza simili anche nel comportamento.
State a distanza e non ci saranno problemi, sfruttate le mine perché caricano a caso e contate che per i pezzi che vi serviranno più avanti neanche dovrete tornare indietro a farmarveli.
Non c’è tantissimo altro da dire.

Missioni 3,4 e 5: Viper Tobi-Kadachi, Nightshade Paolumu e Coral Pukei-Pukei

Cominciano le nuove versioni dei vecchi mostri. Affonteremo nell’ordine il Viper Tobi-Kadachi, il Nightshade Paolumu e il Coral Pukei-Pukei.
Qualche nuovo pattern d’attacco per tutti e 3 i mostri, ma niente di eclatante, state solo attentissimi a evitare come la morte il fumo del Paolumu al quale solitamente segue una carica dall’alto che vi porta, appunto, alla morte.
Menzione speciale va al Coral Pukei-Pukei che mi ha fatto scoprire di poter e dover potenziare il set che avevo addosso visto che lo schizzo d’acqua dalla coda mi ha shottato più volte. Stateci attenti.

Missione 6: Barioth

Primo scoglietto, anche se non invalicabile. Il Barioth saltella in giro e carica non offrendovi molte finestre d’attacco. Non è difficile, è solo snervante e vi costringe a stare attenti perché sì, questo c’è caso vi possa shottare se gli prende male.

Non essendo, appunto, troppo difficile, è uno dei 2 soli mostri che vi consiglio di cacciare in party: essendo parecchio vulnerabile alla fatica potrete fornire ottimo supporto stando a distanza di sicurezza. Cercate sempre di approfittare quando avete tutte e 3 le cariche per piazzarne almeno una in giro, in modo da sfruttare i suoi saltelli, ma tenetevene sempre almeno 2 in saccoccia per quando qualcuno (si spera) lo mette a terra.

Missione 7,7,7,7,7: Nargacuga

monster hunter world guida mostri nargacouga

La ripetizione è un modo simpatico per dire che sì, ci fermiamo qui.
No, non io, VOI vi fermate qui per un po’.

Il Nargacuga è facile, farmabilissimo, potete tranquillamente entrare in party perché per farlo basta avere 2 mani funzionanti e, a parte un paio di pezzi, sarà il perno di TUTTO il vostro equipaggiamento.
Ha lo stesso -frustrante- problema del Barioth: il saltellare in giro, ma vi lascia molte più finestre.
Imparate alla svelta a schivare la sua giravolta in aria con codata, alla quale segue il suo incastramento nel terreno con la coda e il gioco e fatto. Dopo averlo fatto sarebbe meglio farmarselo in party a causa della vostra arma non proprio ideale a spaccargli i pezzi e tagliargli la coda. Vista la quantità di materiale che vi servirà da questa bestia meglio portarsi via quanto più possibile, ma fatelo dopo, che adesso siete chiamati dal vostro amico backtracking.

Equip post Nargacuga

  • Arma: Hidden Bullet I
    2 Nargacuga Hardfang
    3 Nargcuga Shard
    2 Nargacuga Tailspear
    Meldspar Ore – Rotten vale – sminando

 

  • Elmo: Nargacuga Helm Alpha+
    2 Nargacuga Blackfur+
    1 Nargacuga Hardfang
    2 Nargacuga Tailspear
    2 Steel Gajau Whisker – Sono i pescetti intorno allo Jyuratodus, ricordate di andarci in zona master rank!

 

  • Chest: Nargacuga Mail Beta+
    2 Nargacuga Blackfur+
    1 Nargacuga Shard
    1 Nargacuga Lash
    3 Gajau Thickhide

 

  • Braccia: Legiana Vembraces Beta+ (sono tutti pezzi della Legiana normale, ma in Master Rank, la si trova facile in bacheca)
    2 Legiana Thickhide
    1 Legiana Shard
    2 Legiana Hardclaw
    3 Tough Claw

 

  • Pantaloni: Odogaron Coil Beta+ (come per la Legiana, tutti pezzi dell’Odogaron normale, ma in Master Rank)
    2 Hard Odogaron Sinew
    2 Odogaron Shard
    1 Odogaron Hardfang
    4 Monster Slogbone

 

  • Gambe: Nargacuga Greaves Alpha+
    2 Nargacuga Blackfur+
    2 Nargacuga Shard
    1 Nargacuga Cutwings+ (si ottiene facilmente rompendo le ali, vi conviene cercare di farmarvelo in party)
    Vespoid Razorwing x3 – ammazzate qualche Vespoid, che fa sempre piacere.

 

 

monster hunter world guida armature

Questo è il risultato finale che, tra l’altro, è anche bellino da vedere.
Le 2 sezioni della foto evidenziate derivano dal fatto che io ho fatto l’idiozia di non abituarmi subito alla ricarica in schivata. NON FATE IL MIO STESSO ERRORE!
Mettete un talismano più utile e sostituite i reload assist con 3x Evade Reload e 1x Power Barrel. Questa build è basata sui Pierce Shot, dei quali quest’arma possiete il rapid fire.

Come sopra, non vi sto a scrivere la guida dei jewel per il semplice fatto che neanche io, purtroppo, ho questo equip completo al 100% perché…beh, li avete mai visti 2 pierce jewel? Bravi, nemmeno io, solo uno e cara grazia avercelo.

Portate al massimo il Critical Eye e mantenete alta la sopravvivenza con Evade window a manetta e magari Health Boost.
Free Meal è una manna e si attiva più volte di quanto possiate aspettarvi.

monster hunter world guida armature

Così sarebbe leggermente meglio: la Evade Reload vi libera un sacco di slot e ricordatevi 3 pezzi del Nargacuga danno la possibilità di sparare gratis.

Per quanto riguarda i Mantle neanche quelli sarebbero l’ideale, ma mi ci trovo bene e l’Apothecary mi ha permesso spesso di poter mettere a nanna i mostri più di una volta per caccia.

Non mi ricordo sinceramente se potete già cacciare un Fulgur Anjanat per fare la Hidden Bullet II

Monster Hunter World guida: Finiamo il gioco!

Monster Hunter World: guida ai mostri – Post Nargacuga

Vediamo Rapidamente cosa ci aspetta una volta presa in mano la nostra nuova build.
Che dire, è abbastanza curioso vedere come quasi tutti i mostri da qui in poi sembrano fatti apposta per essere dati in pasto alle nostre Pierce ammo, ma dividiamoli un attimo in scaglioni per capire bene dove potremmo trovarci in difficoltà.

Glavenus, Tigrex e Brachydios

Oh, tranquilli eh, li ho scaglionati, ma non è che li dovrete affrontare tutti insieme 🙂

L’unico di questo trio a poterci dare delle noie è il Tigrex, sempre per il discorso del balzare qua e là, ma nulla di epocale e contate che, a differenza di quando avete affrontate il Barioth, avete addosso tutt’altro equipaggiamento.

Il Glavenus arriva con una delle cutscene più arroganti del gioco a mio avviso, ma a parte quello non crea grossi problemi. Grazie alla sua lunga coda può mettervi in pericolo quando se la mette in bocca per caricare il suo colpo a 360° dotato di un range che potreste non aspettarvi, ma sempre grazie alla sua lunga coda è pappa per le Pierce. Non è velocissimo, non dovrebbe causarvi grossi problemi. Nel caso decidiate di affrontarlo in party, magari con qualche Longsword, date una mano alla squadra concentrandovi sulla coda con le Slicing che tolta quella, tolto il mostro.

Il Brachydios è bruttissimo ed è di una facilità disarmante con un’arma ranged. Portatevi le Nullberries per il fastidioso status scoppio. State solo attenti quando è in ira: fa un male cane e i suoi attacchi esplodono all’istante, ma standogli lontani non avrete problemi.

Velkhana – Primo incontro

Un Velkhana nerfato. State attenti al raggio dritto e portatevi un iceproof mantle magari. Ricordatevi sempre le Nullberries. Davvero facile, non c’è tantissimo da dire.

Monster Hunter World trucchi per Shrieking Legiana, Fulgur Anjanath, Acidic Glavenus ed Ebony Odogaron

Secondo scaglione prima dello showreel dei draghi antichi. Dai nomi non è difficile intuire che siamo davanti a varianti di roba già affontata, quindi beh…

No dai, beh niente, cerchiamo di evitare le brutte sorprese e vediamoli un momento, almeno a livello di preparazione.

La Shrieking Legiana non si differenzia molto da quella normale, ma è più veloce, più forte e ha un range d’attacco più ampio.
Nonostante ciò non è difficile e tenete sempre a mente che il livello del vostro equipaggiamento ormai è adeguato alla situazione.
Portatevi ASSOLUTAMENTE le dung pod o vivrete con una seconda Legiana in mezzo ai cosiddetti per tutta la maledetta caccia. Ah sì, e le Nullberries.

Il Fulgur Anjanath è fastidioso e i suoi morsi fanno tanto, tanto, ma tanto male. Avete il vantaggio dell’arma, sfruttatela e stategli lontano piazzando in giro qualche bombetta di tanto in tanto. Quando va in enrage cercate di stargli lontanissimo, magari switchando alle Slicing.
Oh, le Nullberries, non ve lo ripeterò mai abbastanza.

L’Acidic Glavenus è il Glavenus, ma d’acido. No davvero, è tipo uguale. Boh. Lontani, occhio alla coda, pierce come se non ci fosse un domani.

L’Ebony Odogaron è la versione arrabbiata nera (ahahaha…ehm) dell’ Odogaron. Occhio a quando piazzate le bombe perché vi balza addosso veloce e le sue scosse dovute ai morsi mettono Dragonblight. Questo qua vi shotta gente, non prendetelo alla leggera: Dragonproof mantle, rinunciate a un po’ di attacco per l’health boost e non mandate via eventuali altri mostri con le dung pod, perchè davvero l’Ebony ce l’ha su con l’intero pianeta, qua le Turf war sono assolutamente da sfruttare.
Ve l’ho già detto di portarvi le Nullberries?

Monster Hunter World guida – Arrivano i draghi anziani. Velkhana – secondo incontro

Il combattimento “alla Zorah Magdaros” che tutti(?) aspettavamo. Distraetelo mentre preparano l’armone d’assedio utilizzando le armi piazzate messe a disposizione. Non fate tipo come me la prima volta che cercavo di ucciderlo in modo normale. Sì, è stata una brutta esperienza e ci sono morto 2 volte prima di capire. L’ho già detto che non era una guida professionale? Ah sì sì, l’ho detto all’inizio, meglio così.

Velkhana – terzo e ultimo incontro

Secondo e ultimo scoglio delle quest principali, almeno per quanto mi riguarda e ultimo mostro che vi devo consigliare di fare in party. Non sono tanto gli attacchi in sè a rendere Velkhana una bestia fastidioso, ma tutto quello che c’è intorno a essi.
Avete avuto un assaggio di raggio e codate durante la prima caccia finta, poi avete avuto un assaggio dei muri durante l’assalto alla cittadella, adesso tocca sconfiggerlo in mezzo a tutto questo tutto insieme. Ehw.

Qua è tutta skill, mi spiace, di tecniche non ce ne sono. Se non vi sentite abbastanza bravi puntate sulla difesa e cercate un party che se lo sta farmando o non ne uscite più, ma se ve la sentite calda dotatevi di iceproof mantle, nullberries e qualsiasi cosa vi possa curare in fretta.
Trattatelo come trattavate Teostra: cercate di non stargli lontanissimi o vi tartassa di roba ghiacciata, occhio al raggio e, appena si alza in volo stazionario, flash pod.
Sfruttate il rampino per rompere i muri man mano che li fa. Sì, sembra un mostro complicato ed effettivamente lo è, ma dopo di lui è tutto abbastanza in discesa.

Seething Baselgeuse

Giocando ad Iceborne un po’ di volte mi sono chiesto: “Eh, quasi rilassante senza quel meme volante del Basel in mezzo alle scatole ogni 5 minuti”
E invece vi beccate la sua nuova versione, il Seething Baselgeuse.

Non è difficile se avete l’arma giusta, e voi l’avete. State lontani dalle bombe blu e andate di pierce: il Basel è bello lungo, gli farete tanta bua.
Tenete a bada il rampino che se vi trascina in mezzo alle bombe è finita, gestitevelo con calma e non sarà un problema.
Qui le dung pod sono abbastanza importanti: è troppo incasinato per le turf war, sbombacchia in giro ed è difficile che un altro mostro gli possa fare danni, c’è il rischio che una turf sia più dannosa per voi che per lui.

Blackveil Vaal Hazak e Namielle

Siamo arrivati ai 2 draghi anziani prima dell’ultimo boss.
Fun fact: lo scontro con il Blackveil Vaal Hazak ha dato il colpo di grazia al cercare di fare le cose con un party tirato su a caso.
Analizziamoli al volo.

Vaal Hazak non cambia molto dalla sua versione normale: portate al massimo la resistenza al miasma e passa la paura.
Stategli sempre dietro e andate di pierce shot, niente di più, niente di meno. Allontanatevi quando zombifica i draghetti che sono un fastidio senza senso, fateli fuori e tornate alla carica.
Vaally comunque è antico, non cretino, lo capisce che gli state dietro e, ogni tanto, caricherà in avanti per girarsi e sparare il suo raggio di fumo dritto per dritto, ma la vostra arma ha la moblità giusta per sopperire alla cosa.

Namielle è forse l’unico mostro delle quest principali un po’ menoso per chi usa un’arma ranged, ma è fattibilissimo, tranquilli.
Cercate sempre di stargli dietro visto che concentrerà gran parte dei suoi attacchi davanti a lui, ma occhio all’acqua e al debuff sulla stamina.
Nullberries.
Bacche a parte comunque date sempre un occhio alla barra della stamina, potreste non accorgervi di avere addosso il debuff e se vi ritrovate stanchi mentre vi piomba sulla testa con l’attacco in salto siete morti.
Purtroppo non ho molto di più da dirvi su questo boss: l’ho ammazzato al primo try e non l’ho più rifatto perché sostanzialmente uso Gunlance e Balestra leggera, armi che in quasi nessuna build necessitano di suoi pezzi.

Siamo quasi alla fine, vi invito a un passo indietro nella nostalgia, già che ci sono.

Monster Hunter World guida – LA FINE – Ruiner Nergigante e Shara Ishvalda

Siamo arrivati agli ultimi 2 boss delle main quest di Monster Hunter World: Iceborne.
Un pochino deludenti devo dire: il Ruiner Nergigante è un semplice Nergigante con danni e range in più (occhio alle spine e al sanguinamento)

Shara Ishvalda si divide in 2 fasi: la prima costituita da questo mostro di roccia enorme, lento e che prende così tanti danni dalle pierce ammo da farci dire: “Ma veramente?”.
Rompetegli la testa saltandogli addosso col rampino appena si gira e magari fatelo sbattere contro i muri sotto le trappole ambientali per velocizzare il tutto. Non c’è niente da dire, è proprio easy.

Nella sua seconda fase lo Shara si libererà della sua corazzona di pietra rivelando una forma più agile (e brutta).
Ecco, qui una volta ci sono morto tutte e 3 le volte quindi, a differenza di Namielle, mi sono fatto un’idea decente su tutti i suoi attacchi.
Dai, panoramica, visto che siamo all’ultimo boss, facciamo i seri (più o meno)

Raggio frontale e tubi: cercate sempre di stargli di fianco, le sue mosse principali sono quasi tutte dedicate a ciò che c’è davanti a lui. Il raggio non dovrebbe shottarvi completamente, soprattutto se state avendo l’accortezza di usare il gatto in modalità Choral Orchestra, ma sempre meglio non prenderselo e anzi, approfittare della lunga animazione per piazzargli qualche bomba tra le zampe.
I getti d’aria dai tubi non dovrebbero essere un problema se gli state ai fianchi, sia quelli mobili che quelli statici, comunque hanno un delay abbastanza corposo e sono facilmente evitabili.

Spazzate: sono gli unici 2 attacchi dei quali dovete preoccuparvi (relativamente) se riuscite a stargli sempre sui fianchi. La zampata c’è caso che neanche vi raggiunga, la “rastrellata” con le ali è talmente evitabile che se non ce la fate forse è meglio darsi a Nintendogs.

Sabbie mobili: il suo attacco più pericoloso. Quando crea le sabbie mobili evitatele a tutti i costi. L’intero fight è sostanzialmente ucciderlo evtando di stare dentro la dannata sabbia che, oltre a rallentarvi, genererà esplosioni.

Nova: quando Shara Ishvalda “decide che è ora di basta”, prenderà e andrà sottoterra, “scavando” fino al limite dell’arena dove caricherà una nova che vi ucciderà.
Non è che fa danno, vi ammazza punto.
Andate attaccati alla parete ai limiti dell’arena quando lo vedete in preparazione e stateci attaccati il più possibile…

OPPURE!

Eh sì, c’è l’oppure, la tattica dello sconigliamento, la tattica con cui l’ho ammazzato la prima volta: il farcast.
Già, perché visto che la prima volta mi ha ammazzato definitivamente proprio con la nova e non avevo capito bene come evitarla ho pensato: “Ok, quando la prepara faccio farcast all’accampamento, tanto è qua sopra”.
Ehi, ve lo giuro, funziona.

Va bene dai, la nostra Guida di Monster Hunter World alla Light bowgun per Iceborne finisce qui, sperando vi sia stata un minimo utile.
Tra parentesi, ma voi la sidequest di Gerarlt l’avete fatta? L’ho odiata.

 

 

Ipah - Biografia

Jacopo Ambaglio
Aspetta, faccio la presentazione standard da recensore navigato. Cresciuto coi videogiochi che quando ho cominciato io proprio levati, si giocava a Pong coi sassi. L'abilità videoludica di Faker unita al senso critico di Matt Preston.

Commenta questo articolo!