Pubblicato il 04/03/21 da Giorgio Tatananni

Annunciato Song in the Smoke

Il nuovo titolo di 17-BIT

Song in the Smoke in arrivo durante l’anno

Lo sviluppatore 17-BIT, già creatore di titoli come Skulls of the Shogun e GALAK-Z, ha svelato il suo prossimo titolo: Song in the Smoke, un’avventura survival per VR. Il gioco sarà disponibile nel corso dell’anno per PlayStation VR, Oculus Quest e Oculus Rift e ci porterà in un mondo preistorico pieno di mistero e creature atipiche. I giocatori dovranno esplorare, cacciare, fabbricare utensili e, insomma, sopravvivere.

Anticipazioni su Song in the Smoke

Il videogiocatore si ritroverà ai margini di una foresta con un corvo a tre teste che lo farà rinvenire. A quel punto partirà l’esplorazione di un mondo affascinante e variegato composto da otto differenti scenari: foreste rigogliose, vallate, montagne ricoperte di ghiaccio e neve.

La missione principale sarà dedicata a svelare i segreti di Song in the Smoke, che, come abbiamo già detto, richiederà un buon istinto di sopravvivenza. Con i materiali recuperati si potranno creare strumenti, armi, abiti, oggetti curativi e addirittura dei rifugi di fortuna. Clava e arco saranno i nostri migliori alleati per affrontare le creature che popolano il titolo e diventare il predatore apicale del mondo.

Song in the smoke
Lo sapete accendere il fuoco con le pietre?

Song in the Smoke si annuncia ambizioso e promette di utilizzare la realtà virtuale al suo massimo potenziale. Ai giocatori sarà consentito di riconoscere i pericoli sfruttando udito, visto e anche olfatto. Lo scenario potrà essere utilizzato per acquisire dei vantaggi, come ad esempio nascondersi nell’erba alta per non farsi vedere dalle prede o nascondersi dalle minacce.

Un eccellenza alla cura della grafica

L’illustratore Katsuya Terada (The Legend of Zelda, Blood: The Last Vampire, The Monkey King) è il creatore della grafica di Song in the Smoke. È lui ad aver dato vita agli ambienti ostili e primordiali del titolo, in parte survival in parte avventura misteriosa. Terada ha optato per un tono inquientante, quasi ultraterreno, per donare un’esperienza dal ritmo serrato e molto personale.

Il fondatore e responsabile creativo di 17-BIT Jake Kazdal ha dichiarato:

“In 17-BIT amiamo creare nuove interpretazioni di generi esistenti, dal nostro spensierato gioco di strategia a turni Skulls of the Shogun, al moderno sparatutto spaziale GALAK-Z. Con Song in the Smoke, ci siamo immersi ancora più in profondità in un territorio sconosciuto: un’avventura survival per VR, con nuove regole e in un formato completamente nuovo. Song in the Smoke è diverso da tutto ciò che abbiamo fatto finora ed è sicuramente il titolo più ambizioso che abbiamo mai creato. L’esperienza è coinvolgente e appassionante, mentre la foresta è viva attorno al giocatore grazie alla dimensione aggiuntiva creata dalla realtà virtuale. Siamo davvero entusiasti di offrire un’avventura tanto intensa che non potrebbe essere disponibile in nessun altro modo.”

Giorgio Tatananni - Biografia

Nato a Roma, vive a Manchester. Appassionato di cinema, letteratura, videogiochi e pesca.