Pubblicato il 25/09/19 da Riccardo Trillocco

State of Play 3

Terzo appuntamento con il livestream di casa Sony

Introduzione – Habemus data

State of Play, l’appuntamento in streaming nel quale Sony aggiorna l’utenza PlayStation sulle novità in arrivo, sta ormai diventando una consuetudine. Questa volta però c’era nell’aria qualcosa di speciale: nei giorni scorsi Naughty Dog aveva ufficializzato che The Last of Us Part II sarebbe stato presente, dichiarazione che ha innalzato esponenzialmente le aspettative sull’evento, in particolare sull’eventuale reveal di una data d’uscita. Aspettative che non sono state deluse, anzi… ma andiamo con ordine!

Humanity

Un inizio decisamente particolare quello scelto da Sony, con il trailer di Humanity, un bizzarro action game frutto della collaborazione tra Tha Ltd., software house giapponese focalizzata su esperienze audiovisive particolarmente ricercate, con un curriculum dalle collaborazioni illustri, ad esempio quelle con Cornelius, musicista eclettico apprezzatissimo nella scena indie, ed Enhance Games, team di sviluppo di Tetsuya Mizuguchi, game designer che apprezzo particolarmente, mente geniale dietro capolavori quali Space Channel 5, Rez e Tetris Effect, che ha fatto della ricerca della sinestesia il proprio credo. Humanity è in arrivo nel 2020 su PlayStation 4, con supporto a PS VR

Call of Duty: Modern Warfare

Dopo i due weekend di Open Beta, che hanno decisamente rassicurato i fan della saga sulla qualità del soft reboot sviluppato da Infinity Ward, l’FPS Activision questa volta si è mostrato nel suo comparto narrativo, che sembra altrettanto promettente. Call of Duty: Modern Warfare è in arrivo il 25 ottobre su PC, PS4 e Xbox One.

Wattam

Torniamo in Giappone e parliamo di un altro geniale game designer, Keita Takahashi, autore di alcuni tra i giochi più originali del panorama odierno nonché “padre” di quel Katamari Damacy che tutti abbiamo amato durante la gloriosa epoca PS2. Wattam sarà basato sui concetti di scoperta e amicizia e arriverà su PC e PS4 a dicembre 2019, grazie a Funomena e Annapurna Interactive.

Arise: A Simple Story

Quando ho visto il logo Techland ho subito pensato a Dying Light 2. Mi sbagliavo, di tantissimo. La software house polacca veste il ruolo di publisher per Arise: A Simple Story, una nuova IP dalle atmosfere sognanti creata da Piccolo Studio, team di sviluppo con sede a Barcellona con un passato nel campo della pubblicità interattiva, qua al loro esordio nella programmazione di videogiochi veri e propri, un inizio che sembra già promettere moltissimo.

L.A. Noire: The VR Case Files

La versione in realtà virtuale dell’open world investigativo sviluppato dal “compianto” Team Bondi, già disponibile per i visori compatibili con PC, è in arrivo su PS VR. All’epoca della sua uscita su PS3 non avevo affatto apprezzato L.A. Noire, però potrebbe valere la pena di fare un giro, anche se solo virtualmente, nella Los Angeles del 1947 immaginata da Rockstar. In ogni caso non ci sarà da aspettare, L.A. Noire: The VR Case Files è già disponibile su PlayStation Store!

Panoramica sui giochi in arrivo per PS VR

Un video riassuntivo delle prossime uscite per il visore di casa Sony, tra le quali spiccano Gorn, in arrivo entro la fine del 2019, After the Fall, in uscita nel 2020, e l’intramontabile Space Channel 5, già citato parlando di Tetsuya Mizuguchi; potremo ballare con Ulala questo autunno in Space Channel 5 VR: Kinda Funky News Flash!, personalmente non vedo l’ora!

MediEvil

Un veloce aggiornamento sul remake di MediEvil, in uscita il 25 ottobre, con Sony che ha reso disponibile una demo a tempo, giocabile entro il 6 ottobre. Chi la completerà otterrà l’Elmetto di Dan, un oggetto esclusivo da riscattare nel gioco completo.

Sid Meier’s Civilization VI

Civilization VI, lo strategico 4X sviluppato da Firaxis Games, è in arrivo su PS4 e Xbox One il 22 novembre 2019. Non aggiungo altro, per tutto quello che c’è da sapere sul gioco potete rivolgervi al nostro esperto redazionale, Riccardo Allegretti, che ha curato la recensione della versione PC e moltissimi articoli di approfondimento.

Death Stranding PS4 Pro Bundle

Torniamo a parlare dell’attesissimo open world sci-fi sviluppato da Kojima Productions: dopo i due gameplay mostrati al Tokyo Game Show 2019, questa volta si tratta di una PS4 Pro ad edizione limitata, con le ormai iconiche impronte di petrolio e un DualShock 4 giallo trasparente, colore che ricorda il contenitore del Bridge Baby, il bambino portato “in grembo” dal personaggio interpretato da Norman Reedus. La console sarà disponibile dall’8 novembre, in concomitanza con l’uscita di Death Stranding.

Afterparty

A chi non sembra attraente la prospettiva di una serata alcolica con il migliore amico/a? Le cose si complicano quando questa conduce, letteralmente, all’Inferno e l’unico modo per tornare tra i vivi sarà battere Satana in una gara di bevute. Queste le intriganti premesse di Afterparty, la nuova avventura narrativa di Night School Studio, team di sviluppo dal talento spropositato, artefice di quel piccolo capolavoro chiamato Oxenfree.
Afterparty è in arrivo su PC, PS4 e Xbox One il 29 ottobre, il mio consiglio è di non lasciarvelo sfuggire o potreste davvero finire all’Inferno!

PS Plus ottobre 2019

Perché non approfittare dell’evento per svelare la line-up di ottobre dedicata agli abbonati PlayStation Plus? Detto fatto: ad ottobre gli abbonati al servizio online Sony potranno scaricare gratuitamente MLB The Show 19 e The Last of Us Remastered. Due giochi eccellenti, capisco che per il pubblico europeo un gioco di baseball potrebbe non sembrare allettante, vi consiglio comunque di dargli una chance. The Last of Us Remastered non ha bisogno di presentazioni, se non l’avete ancora giocato FATELO!, se l’avete già giocato è l’occasione buona per rinfrescarsi la memoria in vista dell’imminente uscita del seguito.
Ed è così che si concl, ehm, ci siete cascati? Se siete arrivati fino a qui è per un solo motivo e non sarò certo io a biasimarvi. Diamo spazio al re della serata…

The Last of Us Part II

Mi sono venuti i brividi solo scrivendo il titolo, cosa che dice tutto sul livello di hype che provo per l’esclusiva  Naughty Dog. Spoilerare il contenuto del trailer sarebbe criminale, mi limito a segnalarvi che potremo vestire i pannidi Ellie dal 21 febbraio 2020, data che non arriverà mai troppo presto…

Conclusioni – Uno State of Play particolarmente ricco

Nuove IP, giochi bizzarri, VR, remake, conversioni prestigiose e l’FPS che probabilmente la farà da padrone sulla scena eSport 2020: non è mancata certo la varietà nei ventisette minuti proposti da Sony. Naturalmente la scena l’ha rubata l’incontro tra Ellie e Joel, ma non poteva essere altrimenti. Febbraio, dove sei?

 

trillo81 - Biografia

Avatar
È passato da Basketball per Atari 2600 al 4k HDR in soli 37 anni. Crede che il gioco più bello sia sempre quello che deve ancora iniziare ed è fermamente convinto che, come tutte le tendenze transitorie del web, le biografie in terza persona siano destinate a sparire. Aiutatelo ad azzeccare questa profezia iniziando col non leggere la sua.