Pubblicato il 19/03/20 da Jacopo Ambaglio

ZENONZARD: global release per il card game free to play di Bandai Namco

AI e carte, cosa può andare storto?

Bandai Namco ha annunciato una release globale per il suo ZENONZARD: Artificial Card Intelligence, un card mobile game parecchio interessante.

ZENONZARD? Eh che è?

L’ambizioso progetto di Bandai Namco procede a vele spiegate e verrà rilasciato a maggio 2020 in 56 paesi.

Sarà un card game solo digitale che sfrutterà un’intelligenza artificiale specializzata sviluppata da HEROZ Kishin, leader nel settore in Giappone.
Un progetto davvero troppo interessante sul quale ho un hype clamoroso, essendo particolarmente amante dei card games.

Intanto vi lascio un bel video trailer di ZENONZARD, anche se ovviamente è ancora tutto in jappolingua.

Credi nel cuore delle cart…ehm della tua intelligenza artificiale

Quello che sappiamo è che ci saranno 16 intelligenze compagno tra cui scegliere, ognuno con un differente stile di gioco, che è un po’ quello che succede nel (per ora) più famoso Shadowverse.
Questa AI crescerà insieme a te e ti darà consigli utili per battere gli avversari, offrendo input su tutto, dalla scelta della carta giusta all’adottare uno stile di gioco offensivo o difensivo a seconda della situazione.

Purtroppo, attualmente, non è disponibile negli store fino a maggio 2020 e se proprio non volete aspettare toccherà armarvi di traduttore e di store non europei.

Facendo un giro tra le recensioni fin’ora, è abbastanza un “roller coaster” di pareri. C’è davvero chi lo incensa e chi lo demolisce senza pietà, davvero una di quelle cose che lascia poco spazio alle vie di mezzo a quanto pare.

zenonzard gameplay
La plancia di gioco

I pareri esterni

Allora, diciamo che le recensioni dei giochi mobile dagli utenti sono di un inaffidabile che non vi sto neanche a spiegare. Chi, con la bava alla bocca, blasta il gioco perché non ne vince una, chi si lamenta della lentezza provandoci a giocare con un telefono di 6 anni fa, chi addirittura mette una stella perchè non riesce a giocarci prima della data di rilascio annunciata (?).

Non ho intenzione di avvicinarmi a un card game scritto completamente in una lingua che non conosco, ma ho cercato di filtrare qualche commento non scritto da uno squilibrato e soffermarmi su qualche video per farmi un’idea generale.

Il gameplay sembra abbastanza lento e ragionato, a detta di qualcuno addirittura TROPPO lento. Cosa che spaventa, ma se ti approcci a un gioco di carte un po’ sai a cosa vai incontro.
Il design di tutto sembra qualcosa di magnifico ed è davvero il selling point che me lo farà provare assolutamente, ovviamente oltre all’atroce curiosità dell’implementazione di questa blasonata intelligenza artificiale.

Comunque se ancora non ti bastasse o non vuoi aspettare, qui c’è un’ampia scelta di giappogiochini!

 

 

Ipah - Biografia

Jacopo Ambaglio
Aspetta, faccio la presentazione standard da recensore navigato. Cresciuto coi videogiochi che quando ho cominciato io proprio levati, si giocava a Pong coi sassi. L'abilità videoludica di Faker unita al senso critico di Matt Preston.

Commenta questo articolo!