Pubblicato il 07/04/21 da Giorgio Tatananni

L’alfa tecnica di Diablo II: Resurrected in arrivo su PC.

Disponibile per giocatore singolo.

Per Diablo II: Resurrected arriva l’alfa tecnica

I giocatori in singolo di Diablo II: Resurrected avranno presto a disposizione l’alfa tecnica. Per la precisione sarà disponibile da dopo domani, venerdì 9 aprile alle 16:00 e si concluderà lunedì 12 alle 19:00. Chi vorrà avventurarsi, potrà nuovamente mettersi sulle tracce dell’Oscuro Viandante, ma questa volta in alta definizione e con una grafica a dir poco gloriosa.

Cosa aspettarsi nell’alfa tecnica di Diablo II: Resurrected

Diablo II alfa tecnica

All’interno dell’alfa tecnica del titolo Blizzard i partecipanti avranno la possibilità di scegliere tre delle sette classi disponibili e inoltre di giocare (o rigiocare) per intero i primi due atti del gioco. Si potrà quindi combattere vestendo i panni del feroce Barbaro, pensato e costruito per dare il meglio di sé negli attacchi in mischia. Oppure se preferite essere rapidi e agili, potete scegliere l’Amazzone o ancora, per gli amanti della magia, l’Incantatrice.

Potrete farvi strada in battaglia fino al sacro Monastero delle Scolte per vendicarle, affrontando la Signora dell’Angoscia Andariel. Quindi vi potrete dirigire a est alla volta del Deserto desolato di Lut Gholein e scontrarvi con Duriel, il Signore del Dolore. Non ci saranno limiti di livello di alcun tipo, per cui tutti i partecipanti avranno la possibilità di potenziare il personaggio virtualmente all’infinito fino al termine dell’alfa tecnica.

Come già saprete, Diablo II: Resurrected si presenta con una grafica ampiamente migliorata e con una risoluzione in 4K, un redering fisico completamente in 3D e il comparto audio completamente rimasterizzato per il Dolby Sorround 7.1. Tutto quel che troverete nell’alfa tecnica è ancora in fase di sviluppo, ma Blizzard ha annunciato di attendere con ansia i feedback degli appassionati sul gameplay. Inoltre ha dichiarato di star lavorando ad altre migliorie, come la predazione automatica dell’oro, il forziere condiviso e il supporto per controller.

Insomma, nonostante il titolo sia ormai iconico e leggendario, gli sviluppatori non smettono di lavorarci per renderlo se possibile migliore

Giorgio Tatananni - Biografia

Nato a Roma, vive a Manchester. Appassionato di cinema, letteratura, videogiochi e pesca.