Pubblicato il 02/11/23 da Luca Dedei

Metal Gear Solid Master Collection Vol.1 – Recensione

Il minimo indispensabile.
Developer: /
Publisher: /
Genere: , /
PEGI:

Metal Gear Solid Master Collection Vol.1, annunciata insieme al remake Metal Gear Solid Δ, mette inizio a questo periodo di revival della storica saga targata Konami e Kojima Productions, con l’approdo su tutte le console più recenti e PC dei primi storici capitoli.

MGS Master Collection Vol.1 – Tanti contenuti di diverso valore

Partiamo introducendo tutti i contenuti presente in questa collezione, questo perché oltre ai giochi sono presenti anche alcuni extra abbastanza interessanti.

Per quanto riguarda i titoli giocabili, per ogni capitolo disponibile avremo la possibilità di provare tutte le versioni regionali, quindi anche quelle (nel nostro caso, da europei) americane e giapponesi compresi di tutte le differenze che si portano dietro. Questo fa si, per esempio, che il primo capitolo di Metal Gear Solid sia presente sia nella versione che i più anzianotti hanno potuto provare nel ’98 su PS1 con lo storico doppiaggio italiano dall’involontario gusto trash, sia nella versione Integral, allora disponibile in Giappone, oltre che avere le espansioni VR Missions e Special Mission.

Stessa cosa, in maniera meno impattante, per quanto riguarda i capitoli successivi, Sons of Liberty e Snake Eater, con la possibilità provare anche la versione americana e giapponese dei titoli.

Per quanto riguarda i contenuti bonus abbiamo tutti i capitoli per MSX, quindi Metal Gear (compreso anche della versione NES), Metal Gear 2: Solid Snake e l’apocrifo Snake’s Revenge. Aggiungendo poi a tutta questa miscela la Digital Graphic Novel di Metal Gear Solid e di Metal Gear Soldi 2: Sons of Liberty, animate e doppiate, e la presenza per ognuno dei titoli di una Master Book che funge da guida e di un Screenplay Book che riporta in formato testuale ogni singolo dialogo di tutti i giochi presenti, ecco che questa Master Collection Vol.1 si presenta molto bene sulla carta come la versione definitiva per chi vuole recuperare o ricordare la storica casa di Metal Gear… a costo però, di qualche piccolo inciampo.

Per i giochi in 4:3 sono disponibili degli sfondi molto carini per coprire le bande nere.

MGS Master Collection Vol.1- Forse fin troppo inalterati

So che può sembrare un titolo strano per questa sezione, ma dopo un messaggio da parte di Konami all’avvio della Metal Gear Solid: Master Collection Vol.1 che cita il loro intento di voler riproporre i titoli in maniera completamente inalterata per rispetto dei giochi e del loro “Creatore”, possono tirare un sospiro di sollievo coloro che temevano una rimozione del nome di Hideo Kojima dai titoli creati dal suo studio Kojima Production o persino di alcune scene che possono risultato troppo controverse data la natura socio-politica dei giochi. Ovviamente è positivo sapere che questi titoli non siano stato modificati in alcun modo, il problema però è che questo non si tratta unicamente di una volontà di preservazione della qualità dei titoli, ma anche la conseguenza di una strana modalità di distribuzione.

Infatti si può notare come Sons of Liberty, Snake Eater e i due Metal Gear per MSX siano effettivamente nella versione della HD Collection uscita ormai più di 10 anni fa su PlayStation 3 e Xbox 360 senza alcun ritocco, nemmeno nella risoluzione. Portando così i titoli non solo ad avere una non proprio gradevole dicitura “HD Collection” nei caricamenti (con tanto di loghi della vecchia Kojima Production e di BluePoint Games nei titoli di testa) ma anche a girare ad una risoluzione di 720p, non proprio un toccasana in un mondo dove moltissimi giocatori hanno schermi in 4K. Persino peggio per le graphic novel digitali che, essendo originarie per i sistemi PSP, si mostrano a una risoluzione persino inferiore.

Non proprio il massimo per chi possiede ancora la HD Collection…

Non riparare ciò che non è rotto?

Si arriva così a questa piccola situazione un po’ controversa, da un lato abbiamo dei giochi in 720p o meno, in una situazione simile a un emulazione e senza alcun lavoro di miglioramento grafico venduti a un prezzo superiore di quello di partenza (consideriamo che i giochi singoli su PS3 sono venduti a 15€ mentre quelli della Master Collection a 20€), dall’altro abbiamo un sacco di contenuti extra (per quanto anche quelli importati senza troppi sforzi) e dei giochi spettacolari non manipolati in alcun modo da censura o altro, in una condizione tecnica che tutto sommato permette di goderseli a pieno dato che girano piuttosto bene sulle piattaforme disponibili (anche se su switch sono stati segnalati diversi problemi di cali di frame rate, quindi fate attenzione) e si sono impegnati a rendere funzionali alcune dinamiche di immedesimazione persino su PC, dove moltissimi altri giochi preferiscono ignorare la compatibilità di alcuni controller, facendo si che anche i giocatori più novizi o semplicemente quelli che vogliono rivivere una saga così importante possano recuperarla senza dover cercare delle Playstation 3 nei mercatini dell’usato.

L’unica modifica, ben accetta, all’interno dei giochi è la sostituzione del layout dei tasti in favore di quelli della console dove state giocando, con la versione PC che ci permette di scegliere quale avere.

Piccola nota di favore verso il trattamento rivolto al primo Metal Gear Solid, dato che è possibile dire con sicurezza che si tratti della migliore versione disponibile sul mercato siccome non solo è possibile riempire i bordi lasciati dal gioco in 4:3 con delle stupende grafiche, ma anche perché è presente un menù esterno, accessibile con i pulsanti dorsali, il quale dà la possibilità di cambiare lo slot del giocatore (chi sa, sa) e anche un piccolo sistema di emulazione della Memory Card PlayStation 1 dove inserire manualmente dei finti salvataggi di alcuni giochi konami per mantenere una delle chicche più a rischio di venire estromessa in questa collezione.

Sta dunque a voi decidere se vale la pena o meno di optare per la Metal Gear Solid Master Collection Vol.1, consigliata nel caso vogliate recuperare i primi capitoli della saga, un po’ meno se avete già le varie edizioni precedenti. Se però siete ancora indecisi e volete vedere in azione le prime ore dei 3 capitoli principali di questa collezione in maniera libera da spoiler, potete guardare i replay delle livestream presenti nel canale del redattore che ha scritto questa recensione, disponibili qua sotto.

  • Finalmente un modo per recuperare l'inizio della Metal Gear Saga
  • Stabile a livello tecnico
  • Nessuna modifica o censura
  • Compatibilità immediata con i controller su PC
  • Tanti contenuti extra

 

  • Nessun miglioramento grafico
  • È un semplice porting della HD Collection

Kimer - Biografia

Un semplice Nessuno, videogiocatore di periferia. Nato durante la Bizarre Summer e cresciuto nella provincia di Milano in una relazione praticamente simbiotica con i videogiochi.

Commenta questo articolo!