Pubblicato il 22/05/20 da Barbarossa

Embr: La nostra Anteprima

Pompieri Mercenari dal futuro

Respondr, Assemble!

È stata una sorpresa più che piacevole quella di scoprire che, in questo nefasto 2020, i ragazzi Newyorkesi di Muse Games (Sviluppatori di Guns of Icarus) avrebbero rilasciato un nuovo gioco in Early Access su Steam. Il titolo in questione è Embr e ha tutte le carte in regola per portare una ventata di novità all’interno del mondo dei cooperativi.
La storia è semplice: in un futuro non troppo lontano, dovrete vestire i panni di un Respondr, un pompiere mercenario che salva le persone per denaro. “E la casa, Barba? La casa va salvata, non è vero?” “Beh, dipende… solo se avete il tempo di farlo e se una trave portante non si mette in mezzo tra voi ed un pacco di bigliettoni!

Il tutorial di Embr
Benvenuto, Respondr!

Salva quel tizio, prendi quei soldi… Embr!

Embr è un cooperativo in prima persona, dallo stile grafico scanzonato e piuttosto cartoonoso.

Durante le nostre sessioni di gioco ci verranno proposte diverse tipologie di missioni dove dovremo salvare persone, ridonare a pacchi di soldi in fiamme la libertà (fino alle nostre tasche) o completare nel minor tempo possibile percorsi ad ostacoli più o meno variegate. C’è da dire che, al momento, sia la tipologia di missioni che le possibili location in cui potremo mettere in pratica le nostre abilità di provetti pompieri sono piuttosto limitate. D’altronde, per un Early Access, non è nemmeno il più grande dei problemi. I

l design del gioco è estremamente solido: missioni per soldi, soldi per equipaggiamento, equipaggiamento per missioni più complesse, missioni più complesse per più soldi. Avrete la possibilità di creare dei “Loadout” adatti ad ogni possibile situazione di salvataggio e potrete usare potenziamenti di vario tipo per cambiare le caratteristiche principali dei vostri attrezzi del mestiere; potrete usare l’idrante per spegnere il fuoco, ma con la premura di evitare fili elettrici scoperti (oppure utilizzarli a vostro vantaggio), potrete spaccare finestre per far defluire effluvi nocivi, potrete usare l’ascia per aprirvi la strada tra porte sbarrate e travi di legno. Ci sarà anche la possibilità di usare scale a pioli e trampolini, per poter accedere ai piani alti e potersi buttare senza mettere a repentaglio né la vostra vita, né quella del vostro bene più prezioso: i sold… ehm, i clienti!
E non dimentichiamoci del look del nostro Respondr, i guadagni potranno essere spesi anche per cambiare l’aspetto del personaggio scegliendo tra una buona varietà di accessori.

In base alle nostre “Performance” non solo riceveremo più moneta, ma i clienti ci daranno delle “Fiamme“, cioè il sistema di valutazione dell’ nostro operato (un po’ come le stelle Michelin).
Queste sbloccheranno nuove missioni/distretti e varianti di quelle giocate precedentemente. Il numero è ancora esiguo ma tra i tanti pezzi di equipaggiamento e il vestiario da sbloccare sicuramente avrete un bel po’ da fare, anche se si tratta di un titolo in accesso anticipato.

Un piccolo diamante, ancora da intagliare

Di sicuro Embr ha tantissimo potenziale. Mi sono divertito e non ho paura di ammetterlo. Nelle ore giocate sia in Single Player che in Multiplayer con Filippo della Redazione mi sono fatto delle grandi risate, anche grazie alla tragi-comicità che l’intero gioco trasuda. È ovvio: il gioco manca ancora di contenuti e di rifinitura. Questo aspetto, però, non deve preoccuparvi: Muse Games ha tanto in serbo per Embr.

Gli sviluppatori hanno promesso che il titolo rimarrà in Early Access per i prossimi 12 mesi, in questo periodo saranno votati ad aggiungere nuovi contenuti; La versione 1.0 di Embr avrà quasi il triplo della roba attuale, tra cui nuove modalità di gioco, mappe e una storyline che narrerà le vicende del nostro pompiere. Se Embr sta solleticando la vostra curiosità dovreste assolutamente dargli una chance!

Cosa volere di più? Beh… solamente cominciare a mettere al sicuro il prossimo gruppo di malcapitati, cari Respondr!

Barbarossa - Biografia

Avatar
Game designer, ha un pallino per il gaming in tutte le sue forme: analogica e digitale. Non volendosi permettere di prediligere una tipologia sull'altra, accumula board games sugli scaffali di casa e video games negli hard disk.

Commenta questo articolo!