GOD WARS: The Complete Legend

Strategia divina

Pubblicato il 27/10/18 da Ruka
recensione
pixelflood.it

GOD WARS: The Complete Legend

Developer: /
Publisher: /
Piattaforma: /
Genere: /
PEGI:

Quella di Mizuho è una landa che porta i segni di innumerevoli battaglie tra uomini e dei, un burrascoso passato che ha però portato a una pace, purtroppo non duratura: le irascibili divinità infatti decidono che la sfortunata nazione di Fuji non gli va più a genio e iniziano a pretendere un tributo di sangue, tributo che la povera regina Tsukiyomi deciderà di far pagare alle proprie figlie, riservando un triste destino a Sakuya e rinchiudendo Kaguya in un tempio per farla diventare una sacerdotessa.
Tredici anni dopo però il popolo si ribella, ormai stufo dei soprusi da parte dei nobili e il buon Kintaro, amico d’infanzia della principessa rinchiusa, decide di cogliere la palla al balzo e liberare così la donzella dalla sua prigionia, imbarcandosi in un rocambolesco viaggio che li porterà a percorrere Mizuho in lungo e in largo, nella speranza di salvare una nazione ormai alla deriva.
Una premessa dall’indubbio fascino che ben si amalgama con i temi da folklore giapponese di cui tutta l’opera è permeata, che purtroppo però sfocia in una realizzazione dozzinale, evidente sin da subito per via di un comparto narrativo tedioso e privo di mordente.
La scadente qualità del doppiaggio anglofono poi non aiuta e se pensate che basti virare in direzione delle voci nipponiche per godersi il parlato, ciò vi precluderà la comprensione dei dialoghi durante alcuni filmati, poiché inspiegabilmente privi di sottotitoli.

Nonostante la piattezza generale, qualche momento interessante c’è.

Il gameplay non si discosta troppo dai canoni del genere, con la progressione scandita in stage realizzati a mo’ di scacchiera da giocare in visuale isometrica e sui quali i nostri personaggi andranno spostati tenendo conto di fattori come la conformazione del terreno, il loro range di attacco ed eventuali sinergie tra abilità.
Ciò che davvero spicca però è la possibilità di assegnare ben tre classi contemporaneamente ai membri del party, andando ad ampliare la già ottima profondità data dall’immane numero di skill ed equipaggiamenti assegnabili.
Apprezzabilissimo poi il livello di difficoltà medio-alto dato dall’intelligenza artificiale, piuttosto furba e che non esiterà ad accerchiarvi, concentrando l’offensiva sul vostro personaggio più forte, rendendo così gli scontri abbastanza impegnativi sin dalle prime battute di gioco.
Questa nuova edizione può inoltre vantare contenuti inediti, come una prevedibilissima modalità New Game+, un level cap espanso a 199, cinque nuovi personaggi, nuovi finali alternativi e, dulcis in fundo, un nuovo dungeon opzionale post-game.

La conformazione degli stage è molto varia e metterà a dura prova le vostre doti da stratega.

Tecnicamente il titolo si attesta sugli stessi livelli delle versioni uscite in precedenza per Playstation Vita e Playstation 4, presentando purtroppo le medesime magagne, quali una mole poligonale al limite della sufficienza, legnosissime animazioni e un character design apprezzabile ma piuttosto generico.
Nemmeno il fronte sonoro è esente da difetti e, se le musiche riescono nell’intento di enfatizzare i vari frangenti dell’avventura, il sopracitato doppiaggio inglese smorza qualsiasi tentativo di catturare emotivamente il giocatore.
Tirando le somme, GOD WARS: The Complete Legend è un TRPG estremamente solido e longevo, che farà sicuramente la gioia di chi cerca un titolo “vecchio stampo” di questo genere; tuttavia tutto ciò che concerne il comparto narrativo andrebbe saltato a piè pari, poiché in grado di rovinare la godibilità complessiva di un’opera che, a conti fatti, non se lo merita.

Perché sì:
Perché no:
  • Estremamente longevo
  • Solido nelle meccaniche
  • Impegnativo
  • Contesto affascinante

 

  • Narrativa piatta
  • Tecnicamente arretrato
  • Doppiaggio anglofono dimenticabile
  • Mancanza di sottotitoli nei filmati

Folklore giapponese

Ruka - Biografia

Un weeb che videogioca e scrive. No seriamente, cosa vi aspettavate ?