EA Play 2018

It's in the E3!

Pubblicato il 10/06/18 da trillo81
speciale
pixelflood.it

Introdotto dalla frizzante produttrice e conduttrice Andrea Rene, all’EA Play è toccato l’onore, come negli anni passati d’altronde, di aprire il giro di conferenze di questo E3 2018.
I primi a salire sul palco sono Oskar Gabrielson e Lars Gustavson, rispettivamente general manager e senior producer di DICE. Ovviamente si parla di Battlefield V, che i due hanno definito il Battlefield più dinamico di sempre, grazie alla nuova possibilità di erigere strutture difensive mobili. Hanno inoltre posto l’enfasi sul rinnovato destruction system e sulla possibilità di personalizzare esteticamente sia i soldati che i mezzi con i quali scenderemo in battaglia. La modalità single player invece sarà focalizzata su episodi della seconda guerra mondiale mai raccontati in un videogioco, visti attraverso gli occhi dei soldati che li hanno vissuti in prima persona. Non ci saranno né lootbox né premium pass. Dopo il lancio inoltre verrà introdotta una modalità battle royale, declinata attraverso le fondamenta di gameplay tipiche della serie. Con uno spettacolare filmato relativo alle Ground Operations (Operazioni su vasta scala nella versione italiana), l’evoluzione della modalità Operations vista in Battlefield 1, si è chiuso lo spazio dedicato allo sparatutto bellico targato DICE, in uscita il 19 ottobre 2018.


Archiviato Battlefield V, a scendere in campo è un altro top player del team Electronic Arts, FIFA 19.
Introdotta da un emozionante trailer con protagonista Cristiano Ronaldo (e la sua leggendaria rovesciata all’Allianz Stadium), a fare bella mostra di sé sul palco dell’Hollywood Palladium c’è una fedele riproduzione della coppa dalle grandi orecchie, fiore all’occhiello tra le licenze del nuovo capitolo della simulazione calcistica più venduta al mondo. Sì, avete capito bene, in FIFA 19 ci sarà la UEFA Champions League. A illustrare le caratteristiche del nuovo episodio di FIFA sul palco troviamo Aaron McHardy, executive producer, e Lina Ingvarsdottir, senior producer. La Champions League, oltre ad avere una modalità dedicata, sarà parte integrante di tutte le altre; sarà possibile inseguirla in modalità carriera o nei panni di Alex Hunter, nella terza stagione de Il Viaggio. Naturalmente contenuti a tema faranno capolino anche nella modalità Ultimate Team. Dopo aver annunciato la data di uscita, prevista per il 28 settembre, i due hanno dedicato un breve spazio a FIFA 18: per festeggiare l’E3 e l’avvicinarsi dei mondiali di calcio, EA ha reso disponibile una free trial del gioco completo, espansione dei mondiali inclusi, su PC, PS4 e Xbox One.


Sul palco è il turno di Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts dal settembre 2013.
Dopo un breve cenno alll’acquisizione della sussidiaria israeliana di GameFly, Inc., mossa volta a potenziare le tecnologie e il know-how in ambito cloud gaming, Wilson ha annunciato Origin Access Premier, nuovo servizio in abbonamento che consentirà agli utenti PC di poter usufruire di tutti i giochi EA già al lancio, oltre a tutti quelli già presenti nel vault Origin Access. Il costo del servizio sarà di 14,99 € per l’abbonamento mensile e di 99,99 € per quello annuale. Origin Access Premier e il focus sul cloud gaming rappresentano gli ennesimi segnali da parte dei big dell’industria riguardo a un futuro sempre più orientato ai servizi in abbonamento e sempre meno verso il possesso dei singoli giochi.

La linea torna a Andrea Rene, che è seduta accanto a Vince Zampella, CEO di Respawn Entertainment, il quale è pronto a rivelare succose novità sul gioco di Star Wars in sviluppo presso la software house con sede a Sherman Oaks. Il titolo sarà Jedi: Fallen Order e sarà ambientato in una finestra temporale compresa tra Episodio III – La vendetta dei Sith ed Episodio IV – Una nuova speranza, periodo nel quale i Jedi erano costantemente braccati dall’Impero. Si annuncia un’avventura dai toni piuttosto cupi, diretta da Stig Asmussen, già creative director in God of War III.

Rimaniamo nella galassia lontana lontana, sul palco è il turno di Dennis Brännvall, design director di Star Wars Battlefront II , che ha parlato del futuro dello sparatutto uscito nel novembre 2017.
Dopo il passo indietro dovuto alla controversia sul sistema di progressione lo sparatutto DICE ha corretto la rotta: Caccia Ewok è stata la modalità più di successo introdotta post lancio e il 12 giugno sono in arrivo la modalità Estrazione, che sarà ambientata sulle miniere di Coassio di Kessel, le skin dei giovani Han e Lando, oltre al Millennium Falcon in versione Carlissian. Ma le novità non finiscono qui, nei mesi successivi sono in arrivo: una nuova modalità a squadre, una nuova modalità dedicata alle navi eroiche e un corposo aggiornamento dedicato alle Guerre dei Cloni, che introdurrà il livello più grande mai creato nella serie e nuovi eroi, tra i quali gli attesissimi Generale Grievous e Conte Dooku per il lato oscuro e Obi-Wan Kenobi con il suo padawan Anakin Skywalker per il lato chiaro.

Tocca ora a Martin Sahlin, creative director di Coldwood Interactive, che presenta Unravel Two.
Il nuovo episodio delle avventure di Yarni introduce la modalità co-op, ma può essere completato anche singolarmente. Lo stesso Sahlin ne ha dato dimostrazione giocando uno spezzone del gioco in diretta. Parlo di gioco e non di demo perché Unravel Two è già disponibile per PC, PS4 e Xbox One, al prezzo di 19,99 €!!!

Dopo Unravel, che fu l’EA Original protagonista della conferenza dell’E3 2015, è il turno di un altro indie.
Sea of Solitude, dei berlinesi Jo-Mei Games, è un’avventura in terza persona ambientata in un mondo ormai sommerso dalle acque, dove gli esseri umani che vivono in solitudine si trasformano in mostri. La stessa sorte è capitata alla protagonista, Kai, la quale dovrà solcare i mari della tristezza, dell’empatia e della speranza.
In uscita nei primi mesi del 2019 su PC, PS4 e Xbox One.

Dopo un breve trailer di NBA Live 19, in uscita il 7 settembre, è il turno di Madden, che torna su PC, dove mancava dal 2007.
Introdotto da JohnJuJu SmithSchuster, wide receiver dei Pittsburgh Steelers, Madden 19 è in arrivo il 10 agosto, con tre giorni di accesso anticipato per chi prenoterà la Hall of Fame Edition.

Dopo una breve parentesi dedicata al ritorno di Command and Conquer, che torna nel mondo videoludico, dal quale mancava dal lontano 2003, con un RTS 1 vs 1 per dispositivi mobile, Command and Conquer Rivals, e un elogio (condiviso anche da Pixel Flood) al programma di beneficienza Play to Give, è il momento del gioco più atteso di questo EA Play 2018: Anthem.

Dopo un accattivante trailer, sulle note di Uprising dei Muse, sul palco salgono tre membri di Bioware, Casey Hudson, Mark Darrah e Cathleen Rootsaert, che svelano moltissimi dettagli sul gioco finale: i giocatori vestiranno i panni dei Freelancer, dei protettori dell’umanità, e potranno scegliere tra quattro Javelin, le armature del gioco. Ranger, Colossus, Interceptor e Storm, ognuna avrà caratteristiche più appropriate a un determinato tipo di missione o di approccio al gioco. Dopo aver risposto a una domanda sulle microtransazioni, che ci saranno, ma solo per elementi cosmetici e chiunque saprà quello che sta per comprare (niente lootbox) i tre si congedano lanciando un nuovo filmato, che mostra una missione dai quattro punti di vista dei diversi Javelin impiegati, e si chiude in gloria con la data di uscita: 22 febbraio 2019.

E con Anthem si chiude una conferenza che definirei solida, senza grandi sorprese, se non il lancio di Unravel Two, ma densa di contenuti, sui quali torneremo con articoli di approfondimento nei prossimi giorni.

trillo81 - Biografia

È passato da Basketball per Atari 2600 al 4k HDR in soli 36 anni. Crede che il gioco più bello sia sempre quello che deve ancora iniziare, ed è fermamente convinto che, come tutte le tendenze transitorie del web, le biografie in terza persona siano destinate a sparire. Aiutatelo ad azzeccare questa profezia iniziando col non leggere la sua.